Nuovo codice della strada, moto leggere in autostrada: ecco cosa cambia

traffico-weekend-controesodo-situazione

Ci siamo quasi: il Codice della strada potrebbe cambiare definitivamente volto. È infatti pronto il testo base. Ecco che cosa cambierà

Ci siamo quasi: il Codice della strada potrebbe cambiare definitivamente volto. È infatti pronto il testo base, messo a punto da Movimento 5 stelle e Lega (con all’interno alcune proposte dell’opposizione), con le nuove modifiche che hanno fatto già discutere.

Nuovo codice della strada: moto leggere in autostrada

Non potranno circolare in autostrada velocipedi, ciclomotori, motocicli di cilindrata inferiore “a 120 cc se a motore termico e di potenza fino a 11 kW se a motore elettrico”; la circolazione sarà invece consentita anche a moto e scooter di cilindrata sotto gli attuali 150 cc, ma “solo a soggetti maggiorenni, muniti di patente A, B o di categoria superiore o muniti da almeno due anni di patente A1 o A2“.

Piste ciclabili e biciclette

Via libera a pattini a rotelle, skateboard e monopattini a spinta sulle piste ciclabili, nelle aree pedonali, sugli spazi riservati ai pedoni e sugli itinerari ciclopedonali.

La “strada scolastica”

Una delle novità principali riguarda un nuovo tipo di strada, che si aggiunge a quelle già presenti nell’attuale classificazione: è la ‘strada scolastica’, a identificare un tratto – come indica chiaramente il nome – situato in prossimità di edifici a uso scolastico.

La funzione è di “consentire la sosta, il movimento e le manovre connesse alle scuole”. Su queste strade, i Comuni provvederanno a “stabilire limitazioni alla circolazione almeno negli orari di attività didattica e di ingresso o uscita degli alunni”, come un limite di velocità pari o inferiore a 30 km/h.

Norme bocciate

Non hanno invece avuto l’ok il divieto di fumo in auto e la possibilità di far circolare i 150 in autostrada. Le amministrazioni comunali avranno libero arbitrio riguardo l’inserimento di uno spazio per i ciclisti nei pressi di stop/semafori e la possibilità di andare in bici contromano: in primo piano dovranno esserci comunque misure che garantiscano una maggiore tutela ai ciclisti.

TAG