Cronaca

“Non vedo l’ora che arrivi la polizia”, la reazione di Padovani dopo il femminicidio di Bologna

Femminicidio a Bologna, la reazione di Giovanni Padovani dopo aver ucciso la sua ex Alessandra Matteuzzi

“Non ce l’ho con voi, ce l’ho con lei, non vedo l’ora che arrivi la polizia che voglio finire tutto”. Sarebbero state queste, stando alle testimonianze di chi era presente, le prime parole di Giovanni Padovani, il giovane calciatore originario di Senigallia accusato di aver ucciso due sere fa a Bologna Alessandra Matteuzzi, 56 anni, sua ex compagna. Queste le parole che il 27enne avrebbe detto a un ragazzo, il figlio di un vicino di casa della vittima, il primo a intervenire in seguito alla brutale aggressione.

Femminicidio a Bologna, la reazione di Padovani dopo il delitto

Padovani non avrebbe opposto la minima resistenza e poi, davanti agli investigatori, avrebbe ammesso le sue responsabilità. Quando i poliziotti sono arrivati sul luogo del delitto, chiamati dai vicini che hanno sentito le urla di Sandra, l’uomo era ancora lì. Oggi il pm Domenico Ambrosino, che si occupa delle indagini, conferirà l’incarico per l’autopsia, e a breve si terrà anche l’udienza di convalida per il giovane fermato, assistito dall’avvocato Enrico Buono.

 

Articoli correlati

Back to top button