Cronaca
Trending

Voghera, in video la vittima colpisce Adriatici con un pugno

La telecamera di sorveglianza riprende gli attimi precedenti l'uccisione del 39enne marocchino, ma non del momento in cui l'assessore della Lega impugna l'arma

Spunta un video che precede il momento dell’omicidio a Voghera del 39enne marocchino da parte di Massimo Adriatici. Un video di una telecamera di sorveglianza negli atti dell’inchiesta sulla morte di Youns El Boussetaoui, il 39enne cittadino marocchino, ucciso martedì sera dopo essere stato colpito con un colpo di pistola da Massimo Adriatici, assessore alla Sicurezza del Comune di Voghera ed esponente della Lega.

Omicidio a Voghera, il pugno del 39enne marocchino a Massimo Adriatici in un video

Nelle immagini si vede il 39enne che si avvicina ad Adriatici mentre questi parla al telefono e poi colpirlo con un pugno al volto. L’assessore cade a terra, si rialza e raccoglie alcuni oggetti che gli sono caduti. Nelle immagini, invece, non si vede il momento in cui Adriatici impugna l’arma dalla quale è partito il colpo.


IL VIDEO


Sparatoria a Voghera, Adriatici ai domiciliari: le ultime notizie

Sono ancora tanti i dubbi da chiarire nella sparatoria di Voghera che vede coinvolto l’assessore leghista Massimo Adriatici.  L’uomo è stato posto agli arresti domiciliari dai carabinieri con l’accusa di omicidio volontario.

La Procura, però, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa Agi, avrebbe aperto un fascicolo per eccesso colposo in legittima difesa. Un’ipotesi di reato meno grave che nelle ultime ore, quando la vicenda si è spostata dal piano della cronaca a quello della politica, era stata già sostenuta dai suoi colleghi di partito, tra cui in primis il leader della Lega Matteo Salvini. L’assessore ha estratto l’arma, che era carica, e come riporta anche Fanpage avrebbe premuto il grilletto della pistola senza sicura.

Articoli correlati

Back to top button