Cronaca

Omicidio Willy, la foto che incastra i fratelli Bianchi: massacrarono di botte un uomo

Marco e Gabriele Bianchi avrebbero massacrato di botte un 30enne indiano, provocandogli lesioni gravi. Ad incastrarli le foto scattate da un amico della vittima

Emergono nuovi dettagli sui precedenti dei fratelli Bianchi, condannati per l’omicidio di Willy. È comparsa una foto che ritrae i due fratelli mentre massacrano di botte un uomo di origini indiane.

Omicidio Willy, la foto che incastra i fratelli Bianchi

Diciassette mesi prima dell’omicidio di Willy Monteiro Duarte i fratelli Bianchi avrebbero massacrato di botte un trentenne indiano. Come riporta Il Corriere della Sera ad incastrarli sono alcune foto scattate da un amico della vittima, che la sera del 13 aprile 2019 durante il pestaggio si è fatto coraggio, ha preso in mano lo smartphone e ha immortalato la scena, così come l’auto sulla quale Marco e Gabriele si sarebbero allontanati. Grazie alle immagini da lui scattate i carabinieri della Compagnia di Velletri sono riusciti a risalire ai Bianchi.

I fratelli Bianchi a processo per lesioni aggravate

Per questa vicenda i gemelli di Artena, così chiamati per la loro somiglianza, sono finiti a processo e devono rispondere dell’accusa di lesioni aggravate. La vittima a seguito delle percosse ricevute ha riportato la rottura del naso e gravi lesioni all’occhio sinistro. Gli altri due imputati con le stesse accuse sono Omar Shabani e Vittorio Edoardo Tondinelli, quest’ultimo nell’elenco dei testimoni della difesa nel processo per l’omicidio di Willy Monteiro.

Ad incastrarli foto del pestaggio

La sera del pestaggio la vittima, l’amico che ha scattato le foto del pestaggio e un altro loro connazionale, secondo quanto ricostruito in sede d’indagine, erano in via Madre Teresa di Calcutta. Una Mini Cooper li ha sfiorati, così il trentenne ha gridato di fare più attenzione. Dalla vettura sono scese quattro persone che, tranne il il conducente, lo hanno aggredito verbalmente e lo hanno picchiato. Una vicenda che fortunatamente, nonostante le gravi lesioni riportate dalla vittima, ha avuto un esito diverso da quello purtroppo tragico che ha riguardato il giovane cuoco di Paliano.

Articoli correlati

Back to top button