Cronaca

Brescia, operaio precipita da un’altezza di 10 metri: morto 43enne

Ancora un incidente sul lavoro fatale: un operaio precipita da un’altezza di 10 metri in un impianto lavorativo di Carpenedolo, in provincia di Brescia, morto sul colpo. Lo riporta BresciaOggi.

Brescia, operaio precipita in un impianto: morto sul colpo

Secondo le prime informazioni, l‘operaio di 43 anni è precipita per cause ancora in corso di accertamento da un’altezza di circa 10 metri in un impianto lavorativo di Carpenedolo. Lanciato l’allarme, sul posto sono intervenuti i sanitari che non hanno potuto far altro che constatarne il decesso e i carabinieri per le indagini del caso.

Stava sistemando la copertura di un capannone danneggiato dalle violenti grandinate che si erano abbattute nell’estate del 2023 sulla pianura orientale della provincia di Brescia. Mentre sostituiva una lastra però ha perso l’appoggio e di conseguenza l’equilibrio precipitando nel vuoto. Un volo di una decina di metri terminato su enormi blocchi di marmo.

Chi era la vittima

E’ morto così, sul colpo, il 43enne operaio di origini albanesi caduto dal tetto della Ghirardi Marmi di Carpenedolo, azienda specializzata in lavorazioni di marmi pregiati. Si chiamava Andi Rexhepi, E’ morto così, sul colpo, il 43enne operaio di origini albanesi caduto dal tetto della Ghirardi Marmi di Carpenedolo, azienda specializzata in lavorazioni di marmi pregiati. Si chiamava Andi Rexhepi, era nato in Albania ed aveva festeggiato il 43esimo compleanno una decina di giorni fa. Era residente in Valcamonica ed era dipendente di una ditta di Piamborno. Aveva festeggiato il suo 43esimo compleanno una decina di giorni fa.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio