Cronaca

Palermo, falsa invalida per 39 anni: sequestrati oltre 200mila euro

Ha finto una disabilità mentale

Avrebbe simulato una grave disabilità mentale per 39 anni. Ma la donna, oggi 67enne, residente a Termini Imerese (Palermo), è stata smascherata dalla guardia di finanza e raggiunta da un provvedimento di sequestro per oltre 205mila euro.

Falsa invalida per 39 anni: l’accusa

L’accusa contro di lei è truffa aggravata finalizzata al conseguimento di erogazioni pubbliche. La donna comprava le medicine prescritte “perché deve risultare che io le prendo“, diceva, ma poi “ci metto caramelle”. Ha quindi beneficiato in tutti questi anni di un trattamento pensionistico di invalidità civile integrato dall’accompagnamento di 800 euro al mese.

Gli appostamenti e le indagini della GdF

Negli appostamenti, e attraverso le foto pubblicate sui profili social, la donna è stata osservata fare la spesa al mercato da sola, andare al mare, ballare: attività che svolgeva autonomamente e che sarebbero state incompatibili con lo stato di salute certificato.

L’indagata sarebbe riuscita ad ingannare la commissione medica, risultando affetta da una grave patologia, diagnosi successivamente confermata nel 2010 che le ha garantito il versamento di un trattamento pensionistico di oltre 800 euro mensili. “In realtà – dicono gli investigatori -, alla luce degli elementi probatori raccolti dai finanzieri, la donna sarebbe autonoma nel suo vivere quotidiano, in grado di provvedere ai propri bisogni senza alcun aiuto“.

Su queste basi il giudice del Tribunale di Termini Imerese ha emesso un provvedimento cautelare grazie al quale sono state sottoposte a sequestro disponibilità finanziarie di 205.559,57 euro, pari alle somme che nel tempo sarebbero state indebitamente percepite dall’indagata.

Articoli correlati

Back to top button