CronacaTv e Spettacoli

Paolo Calissano, prelievi sospetti dal suo conto prima della morte

I familiari dell'attore scomparso nel 2021, hanno denunciato i continui prelievi fatti dal suo conto

Una serie di prelievi dal conto di Paolo Calissano, l’attore genovese scomparso a Roma nel 2021 all’età di 54 anni. La denuncia è partita dai famigliari dell’uomo. Pare che si siano resi conto degli ammanchi e si sono quindi  rivolti alle autorità

Paolo Calissano: prelievi da suo conto, la denuncia

I familiari hanno presentato un esposto in cui si ipotizzava il peculato. Poi a dicembre, quando la procura di Roma ha chiuso le indagini sulla morte, hanno integrato la denuncia ipotizzando anche la circonvenzione d’incapace. Sul caso indaga la guardia di finanza di Genova coordinata dal pubblico ministero Francesco Cardona Albini e dall’aggiunto Vittorio Ranieri Miniati.

Nel mirino della procura ci sarebbe propro l’ex tutore di Calissano, l’avvocato Matteo Minna che avrebbe, stando a quanto riportano gli inquirenti, prelevato dai conti di Calissano circa 70mila euro. L’avvocato, al momento, è dunque indagato a Genova per peculato e circonvenzione di incapace. “Legato a Paolo per 15 anni, mi difenderò dalle accuse” queste sono le parole di replica, usate dall’uomo e riportate dal SecoloXIX.

Articoli correlati

Back to top button