Cronaca

Padre Georg e il bacio alla bara di Ratzinger: “Distruggerò le carte private. Francesco mi ha scioccato”

È stato monsignor Georg Gänswein a dare l'ultimo saluto a Papa Ratzinger

È stato monsignor Georg Gänswein a dare l’ultimo saluto a Papa Ratzinger. Si è inginocchiato e ha baciato il legno di cipresso. Nel 2003 fu scelto come segretario personale dall’allora cardinal Ratzinger ed è stato anche detentore dei suoi segreti che ora nel libro in uscita Nient’altro che la Verità, annunciando di volerli distruggere, almeno in parte.

Ultimo saluto a Papa Ratzinger, Georg Gänswein cancellerà i segreti

“I fogli privati di ogni tipo devono essere distrutti. Questo vale senza eccezioni e senza scappatoie”, sarebbe quanto ordinato dal papa emerito, con “precise istruzioni, con indicazioni di consegna che mi sento in coscienza obbligato a rispettare, relative alla sua biblioteca, ai manoscritti dei suoi libri, alla documentazione relativa al Concilio e alla corrispondenza”. Il cardinale esclude che fra questi ci sia anche un dossier su Emanuela Orlandi: “Non è mai esistito”.

Roma, la truffa del posto ai funerali di Papa Ratzinger

Roma c’è chi ha organizzato una truffa in occasione dei funerali di Papa Ratzinger. È quanto scoperto, amaramente, da alcuni fedeli giunti in piazza San Pietro per l’ultimo saluto al Pontefice Emerito.

Molti fedeli, agli ingressi di piazza San Pietro, hanno raccontato di avere effettuato una prenotazione online per seguire le esequie di Benedetto XVI dai posti a sedere a loro assegnati. Giunti in piazza, però, i gendarmi hanno spiegato che sono stati truffati. Infatti, non era prevista alcuna prenotazione né biglietti per i fedeli.

C’è anche chi ha tentato di evitare i controlli, ma i carabinieri li ha prontamente bloccati. I militari hanno spiegato: “Qualcuno cerca sempre di imbucarsi” dopo aver fatto uscire i fedeli che erano riusciti a oltrepassare il colonnato.

Articoli correlati

Back to top button