Economia

Partite Iva, tassa da pagare ogni mese e addio ai maxi-acconti: ecco cosa cambia

Da quest’anno parte la tassa sulle partite Iva da pagare ogni mese e si potrà dire addio ai maxi-acconti: ecco cosa cambia e quali sono le nuove scadenze previste dal governo.

Partite Iva, tassa da pagare ogni mese: ecco cosa cambia

Le partite Iva da quest’anno potranno pagare le tasse in dodici mesi. Nel decreto dell’8 gennaio, infatti, è stata introdotta la possibilità per gli autonomi di dilazionare in sette mesi, anziché sei, il pagamento della tassa e del primo acconto delle imposte sull’anno precedente. Il governo sta lavorando anche per rendere strutturale la misura che per quest’anno in via sperimentale consente fino a 170mila euro di reddito di rateizzare il pagamento del secondo acconto su cinque mesi.

Le altre novità

Non solo però in vista ci sono anche altre novità: come quella della possibilità di permettere ai contribuenti di pagare le tasse direttamente con la carta di credito (è solo un ipotesi ancora da confermare). Anche i contributi Inps relativi al secondo acconto potrebbero essere pagati in più mensilità in futuro, mentre adesso vanno versati a novembre in un colpo solo.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio