Cronaca

Il patrimonio di Re Carlo III e lo scandalo dei 3 milioni in contanti dallo sceicco del Qatar

Il patrimonio personale del nuovo Re Carlo III sarebbe di circa 100 milioni di sterline

Il patrimonio personale del nuovo Re Carlo III sarebbe di circa 100 milioni di sterline che si va ad aggiungere all’eredità della Regina Elisabetta e al conto della famiglia reale. Ma vediamo a quanto ammonta.

Re Carlo III, a quanto ammonta il suo patrimonio

Re Carlo III sarà ufficialmente incoronato come nuovo sovrano del Regno Unito tra diversi mesi, dopo la conclusione delle cerimonie funebri per Elisabetta II. La maggior parte dei sudditi, però, avrebbe voluto che Carlo III abdicasse in favore del figlio primogenito William. Così però non è stato e l’ex Principe ha accolto la Corona. Prima dell’investitura, Carlo si è occupato di associazioni benefiche e della cura del suo patrimonio.

Il patrimonio della Famiglia Reale e della Regina Elisabetta

Secondo quanto stimato, il patrimonio della famiglia reale inglese è di circa 28 miliardi di dollari. Il tutto deriva in gran parte da castelli e gioielli. La sola Regina Elisabetta, invece, poteva contare su un portafogli personale di 550 milioni di sterline.

La Regina aveva a disposizione anche un secondo patrimonio di proprietà della corona britannica. Quest’ultimo conto però appartiene alla Nazione non è a disposizione del sovrano.

A quanto ammonta il patrimonio di Re Carlo III

Il patrimonio personale del nuovo Re Carlo III sarebbe di circa 100 milioni di sterline. Negli anni infatti ha raccolto diverse entrate derivanti dal ducato di Cornovaglia e da una serie di residence in tutto il Regno Unito. Il suo già ricco portafogli si unisce al conto della famiglia reale e a quello personale della Regina.

Il caso dei 3 milioni in contanti dallo sceicco del Qatar

Il nuovo Re però è stato protagonista di polemiche finanziare. Nel mese di giugno, il Sunday Times ha rivelato che tra il 2011 e il 2015 il figlio di Elisabetta II aveva accettato 3 milioni di euro in contanti dallo sceicco del Qatar Hamad bin Jassim bin Jaber Al Thani.

Il sovrano avrebbe poi depositato il denaro sul conto di un ente benefico a lui intestato. I soldi, secondo la rivelazione di alcuni ex collaboratori, sarebbero stati consegnati in buste di plastica.  Secondo il Sunday Times, gli incontri tra Carlo III e lo sceicco del Qatar non risultano sui diari ufficiali degli impegni di Windsor e questo fa pensare ai tanti che non lo volevano al trono.

Articoli correlati

Back to top button