Politica

Il Partito Democratico consentirà ai sedicenni di partecipare alle elezioni primarie per scegliere i candidati sindaci alle elezioni amministrative

Potranno votare anche i giovani stranieri residenti regolarmente

Il Partito Democratico consentirà ai 16enni di partecipare con il proprio voto alle primarie per scegliere i candidati sindaci alle elezioni amministrative: le primarie del centrosinistra, previste per il prossimo 20 giugno, per la prima volta si svolgeranno in modalità mista, con i classici gazebo e una nuova piattaforma online e saranno aperte anche ai 16enni e ai giovani stranieri residenti regolarmente.

Pd: voto ai 16enni alle primarie per scegliere i candidati alle amministrative

“Dare potere ai giovani significa farli partecipare alle scelte per il loro futuro, a partire dai luoghi in cui vivono e crescono”: lo dichiarano i responsabili Organizzazione Stefano Vaccari, e Missione Giovani, Chiara Gribaudo. “Potranno votare anche i giovani stranieri residenti regolarmente, quelle seconde generazioni che da anni chiedono cittadinanza democratica e che hanno diritto di partecipare al futuro delle città in cui vivono”.

Quando e come si vota

Le primarie del centrosinistra sono previste il prossimo 20 giugno, e per la prima volta si svolgeranno in modalità mista tra i gazebo e una nuova piattaforma online. Tutti gli elettori che inrtendono esprimere il proprio voto via web, dovranno accreditarsi online presso la piattaforma “Partecipa 2021”, entro il quinto giorno antecedente la data della votazione, versando mediante propria carta di credito il contributo di 2 euro. Per votare di persona, invece, saranno allestiti gazebo collegati al seggio elettorale di riferimento: l’elettore dovrà portare con sè un documento di identificazione che indichi chiaramente l’indirizzo di residenza, e versare un contributo di almeno 2 euro.

Articoli correlati

Back to top button