EconomiaLavoro

Pensioni: quota 102 sostituirà quota 100?

Governo e Sindacati discutono in materia di previdenza e valutano la possibilità di introdurre una finestra d’uscita che potrebbe essere costituita da Quota 102

Addio alla Quota 100? Potrebbe arrivare la nuova Quota 102, che sostituirà definitivamente Quota 100? Governo e Sindacati discutono in materia di previdenza e valutano la possibilità di introdurre una finestra d’uscita che potrebbe essere costituita da Quota 102.

Pensioni, Quota 100 addio?

Circolano voci che Quota 100 potrebbe essere prorogata. Introdotta per il triennio 2019-2021, la misura previdenziale alla sua scadenza non verrà rinnovata. Dall’anno 2022, l’anticipo pensionistico per chi ha almeno 62 anni d’età e 38 di contributi versati non ci dovrebbe essere più.

È quanto confermato dal Presidente dell’INPS Pasquale Tridico, che ha appoggiato il Ministro dell’Economia Gualtieri, il quale ha sottolineato che non c’è alcuna volontà di rinnovare Quota 100.

Lo stesso Tridico ha ribadito:

“La misura previdenziale deve concludersi nel triennio e poi finire lì, nel 2021. Sono d’accordo con il Ministro dell’Economia Gualtieri”.

Il nuovo Governo di Mario Draghi dovrà valutare attentamente se rinnovare Quota 100.

Nel triennio 2019-2021 era prevista che ne beneficiassero 973.000 lavoratori, anche se ad oggi, poco meno di 268.000 hanno deciso di farlo.

La misura Quota 100 ha avuto più successo nel pubblico impiego dove soprattutto le donne riescono a raggiungere con più facilità i 38 anni di contributi.

Permane l’incertezza sulla misura previdenziale che intenderà adottare Mario Draghi, considerando che l’eliminazione di Quota 100 non sembra uno scenario possibile.

Quota 102 sostituirà Quota 100?

Con l’addio definitivo di Quota 100 per andare in pensione anticipatamente, a partire dal 2022, la proposta del Governo dovrebbe prevedere un’età anagrafica di 64 anni accompagnata da 38 anni di contribuzione.

La misura Quota 102 prevede l’innalzamento dei requisiti, ma chi sceglie di andare in pensione anticipatamente con questa misura dovrebbe accettare un ricalcolo completamente contributivo della pensione.

Il computo con sistema contributivo può portare a una riduzione dell’assegno anche del 20-30%.

Alla quota 102 si potrebbe accompagnare un super bonus contributivo: chi vorrà potrà lavorare fino a 71 anni con il consenso del datore di lavoro.

Quota 102: quanto costa?

Uno dei motivi per cui si sta pensando alla misura previdenziale Quota 102 è sicuramente legato ai costi e ai risparmi che porterebbe rispetto alla Quota 100.

La misura avrebbe un costo di 2,5 miliardi l’anno fino al 2028, essendo già così molto meno onerosa di Quota 100. In totale il risparmio sarebbe di circa 11 miliardi fino al 2028 e di un ulteriore miliardo fino al 2036.

Francesco Piccolo

Giornalista professionista, direttore del network L'Occhio che comprende le redazioni di Salerno, Napoli, Benevento, Caserta ed Avellino. Direttore anche di TuttoCalcioNews e di Occhio alla Sicurezza.

Articoli correlati

Back to top button