Cronaca

Piacenza, torna in classe dopo l’aborto: sulla porta biglietti offensivi con il disegno di un feto

La denuncia dell’avvocato e attivista per i diritti di Bologna Cathy La Torre che annuncia un esposto in procura

Piacenza: in una scuola superiore, una ragazzina esentata dalla didattica a distanza, tornando in classe dopo aver affrontato un aborto, ha trovato, sulla porta della sua aula e lungo tutto il piano in cui si trova la classe, appesi dei fogli con disegni di un feto e scritte come “Ho bisogno di afFeto“; “Questo eri tu” “Mi hanno buttato in mezzo all’utero e ne sono uscito embrione” e “Io feto, tu aborto“.

Piacenza, biglietti shock nella classe di una ragazza che aveva abortito

Come riporta “Il Mattino“, ne dà notizia l’avvocato e attivista per i diritti bolognese Cathy La Torre, che annuncia: “Presenterò un esposto alla Procura per chiedere che vengano accertati eventuali reati”. “La ragazza, riferisce, è chiaramente e fortemente turbata dall’accaduto”. Il gesto è stato denunciato anche dai compagni di classe. Rabbia sui social.

Fonte: Il Mattino

Articoli correlati

Back to top button