Cronaca

Chiama la polizia perché infastidito dalla ex ma gli agenti arrestano lui per maltrattamenti

Un 25enne è stato arrestato dalle ‘volanti’ della questura di Padova per maltrattamenti alla ex compagna, coetanea, aggredita con un bastone e a cinghiate. La donna è stata inoltre minacciata con un coltello, causandole lesioni fisiche. A chiamare il 113 nella notte è stato l’indagato che chiedeva l’intervento della polizia perché l’ex compagna non voleva allontanarsi dalla sua abitazione dove si era presentata qualche ora prima nonostante la loro relazione fosse finita da tempo.

Picchia la compagna, chiama il 113 e viene arrestato

Sul posto è arrivata anche un’altra pattuglia che ha trovato la ragazza in lacrime all’interno della propria auto. La 25enne ha raccontato che era andata dal suo ex ma questi, non gradendo la sua presenza, l’ha prima offesa e poi aggredita tirandole i capelli, mordendole la mano, colpendola al volto, picchiandola con un bastone in alluminio e con una cinghia, e infine minacciandola con un coltello. Impaurita la donna è fuggita, rifugiandosi in auto.

Considerate le condizioni della giovane, è stata fatta arrivare un’ambulanza che ha portato la vittima in ospedale. L’uomo, che nel 2023 era stato già colpito dall’ allontanamento dalla casa familiare perché aveva minacciato il padre con un coltello, è stato invece accompagnato in questura. Sussistendo la flagranza del reato di maltrattamenti, il 25enne è stato arrestato e posto agli arresti domiciliari a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio