Cronaca

Piero Fassino denunciato per aver rubato un profumo al duty free: “Ma io lo volevo pagare”

L’ex ministro Piero Fassino è stato denunciato con l’accusa di aver rubato un profumo al duty free dell’aeroporto di Fiumicino. Come racconta Il Fatto Quotidiano, doveva essere un regalo per la moglie una volta tornato da Strasburgo e invece è diventato l’oggetto di una denuncia per furto.

Piero Fassino denunciato per aver rubato un profumo al duty free: la vicenda

Il profumo in questione, dal valore di 100 euro, sarebbe stato “rubato” al duty free dell’aeroporto di Fiumicino da Piero Fassino, ex ministro della Giustizia oggi deputato del Partito democratico. I fatti risalgono allo scorso 15 aprile, quando l’ex segretario dei Ds ed ex sindaco di Torino era in attesa di imbarcarsi per la Francia e si sarebbe recato nell’area shopping delle partenze.

Avendo il trolley in mano e il cellulare nell’altra, non avendo ancora tre mani, ho semplicemente appoggiato la confezione di profumo nella tasca del giaccone, in attesa di andare alle casse” ha raccontato Fassino le cui giustificazioni, al suonare dell’allarme dell’antitaccheggio, non hanno convinto i responsabili del negozio che, viste le riprese delle telecamere di videosorveglianza, hanno deciso di sporgere denuncia contro il parlamentare.

La versione di Fassino

“Sono stupito, si è avvicinato un funzionario della vigilanza che mi ha contestato quell’atto segnalandolo a un agente di polizia. Certo non intendevo appropriarmi indebitamente di un boccettino di profumo”.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio