70 anni fa moriva Pietro Ferrero, l’uomo che ha cambiato i gusti degli italiani

pietro ferrero 2 marzo

Il 2 marzo 1949 moriva Pietro Ferrero, impreditore italiano e fondatore delle Ferrero. Ricordiamo oggi l'uomo che ha cambiato i gusti degli italiani

Tutto ebbe inizio nel 1942 con l’apertura di un piccolo negozio ad Alba. Ferrero, uno dei cognomi più conosciuti e forse più amati degli italiani, una leggenda che ha accompagnato, e accompagna ancora oggi, tutte le generazioni.

Pietro Ferrero: fondatore della Ferrero

La storia della celebre azienda dolciaria italiana ebbe inizio nel 1942, quando Pietro Ferrero, imprenditore nel settore alimentare, aprì un piccolo negozio di dolci ad Alba (Cuneo) in via Rattazzi, dove trascorreva gran parte del suo tempo nell’ideare prodotti dolciari innovativi.


Pietro ferrero 2 marzo


L’attività di famiglia

Inizialmente la sua attività si concentrava sullo sfruttamento dolciario delle nocciole, grandemente disponibili in loco, e da qui nacque una crema a base di nocciole, la ‘’pasta gianduja’’, quella che in futuro diventerà la nutella.


Ferrero_Pasticceria


La pasta Gianduja riscosse un incredibile successo nel pubblico, tanto da triplicare la produzione aziendale nell’arco di poco tempo. Il 14 maggio del 1946 nasce così l’azienda ‘’Ferrero’’, il figlio di Pietro, Michele, colui che materialmente inventerà la nutella, inizia a lavorare nell’azienda di famiglia.

Morte

Pietro Ferrero morì il 2 Marzo del 1949 a causa di un infarto, forse stremato dall’enorme mole di lavoro aziendale a cui doveva quotidianamente far fronte. Oggi, la Ferrero è famosa in tutto il mondo per i suoi prodotti dolciari.

TAG