Cronaca

Delitto di Cogne, l’avvocato Taormina vuole pignorare la villa dell’omicidio

È a rischio pignoramento per la casa di Anna Maria Franzoni, teatro del delitto di Cogne del 30 gennaio 2002 quando fu ucciso il piccolo Samuele Lorenzi, di appena tre anni.

Pignoramento per la casa di Anna Maria Franzoni

A chiedere il pignoramento dell’abitazione è l’avvocato Carlo Taormina, subentrato al collega Carlo Federico Grosso per difendere Anna Maria Franzoni dall’accusa di aver ucciso il figlio.

La richiesta dell’avvocato

Il legale da tempo pretende di essere risarcito per il mancato compenso, nonostante la famiglia Franzoni (che poi optò per un terzo legale, Paola Savio) avesse sempre sostenuto che il legale si fosse offerto di assisterla a titolo gratuito.

Articoli correlati

Back to top button