Cronaca

Si finge malato e in 3 anni lavora a scuola solo 9 giorni: nel frattempo faceva il noleggiatore di auto in nero

Si finge malato e, grazie a certificati medici non veritieri, lavora a scuola solo 9 giorni in tre anni: 40enne denunciato dalla Guardia di Finanza di Pordenone. A finire nei guai anche cinque medici. L’uomo – che nel frattempo, in nero, faceva il noleggiatore di auto – ha percepito oltre 40mila euro dal Ministero dell’Istruzione. Lo riporta L’Ansa.

Pordenone, si finge malato e in 3 anni lavora a scuola solo 9 giorni

L’uomo, un 40enne calabrese, era un dipendente scolastico Ata e in tre anni consecutivi ha prestato servizio in 3 diversi istituti del Friuli. Il 40enne firmava il contratto di lavoro e, dopo 3 giorni di servizio, tornava in provincia di Reggio Calabria e inviava falsi certificati medici.

Il truffatore nel frattempo svolgeva un’altra attività lavorativa senza autorizzazione. L’uomo lavorava nel settore de noleggio auto a lungo termine, spostandosi in Italia e all’estero, sia per lavoro, sia per diletto.

L’indagine: nei guai anche cinque medici

Grazie a una segnalazione, i finanzieri hanno appurato che i certificati medici falsi venivano emessi da professionisti compiacenti, che, oltre a consentirgli di rientrare al proprio domicilio senza essere sottoposto a visita fiscale, gli permettevano di percepire l’intero importo della retribuzione.

L’uomo in tre anni – durante i quali ha lavorato 9 giorni – ha percepito oltre 40mila euro dal Ministero dell’Istruzione. La Procura di Pordenone ha disposto la perquisizione della sua abitazione dove sono stati rinvenuti e sequestrati – oltre a documenti inerenti al doppio lavoro – anche 300mila euro in contanti, ritenuti provento illecito.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio