Cronaca

Tiktoker napoletano in vacanza spende 200 euro per un cesto di frutta: lo scontrino shock

Porto Cervo, 200 euro di frutta: lo scontrino shock del tiktoker. "Io non capisco perché ci sia ancora gente che ci va"

Ancora polemiche per uno scontrino troppo salato: questa volta arriva da Porto Cervo, dove un ragazzo ha dovuto pagare circa 200 euro un cestino di frutta. Ma andiamo con ordine: il giovane, via Tik Tok, ha denunciato di aver pagato 821 euro come testimonia lo scontrino risalente allo scorso 23 luglio dopo aver consumato presso un noto stabilimento balneare della Costa Smeralda.

Porto Cervo, 200 euro di frutta: lo scontrino shock

La polemica è scoppiata non tanto per il costo totale, ma per il prezzo della frutta: 200 euro per una singola porzione come testimoniato dallo scontrino pubblicato via social da Gianmarco Di Ronza, tiktoker napoletano che gira locali alla moda ed esclusivi, spesso e volentieri postando gli scontrini salatissimi che deve saldare al termine della serata. Era stato proprio lui, infatti, a mostrare recentemente un conto da 78 per una colazione a Capri.


porto-cervo-scontrino-200-euro-frutta-tiktoker


Il conto salatissimo

Andando nel dettaglio, il giovane ha speso 95 euro per un piatto di sushi, 10 euro una bottiglia d’acqua, 36 euro per un piatto di pasta (tonnarelli allo scoglio), altri 275 per bere una bottiglia di champagne da 75 centilitri, 205 euro per il lettino e 200 per il cesto di frutta.

Dopo aver postato la foto dello scontrino, è scoppiata la polemica. In molti, però, hanno commentato: “Io non capisco perché ci sia ancora gente che ci va. Basta controllare il listino e passa la paura”. E ancora: “A Napoli con 200 euro apri un fruttivendolo”.

Articoli correlati

Back to top button