Cronaca

Muore dopo essere stata trascinata negli ingranaggi di un macchinario: Luana aveva 22 anni

Giovane operaia morta incastrata in un macchinario, tragedia a Prato. La vittima è la 22enne Luana D'Orazio

Si chiamava Luana D’Orazio ed aveva soli 22 anni l’operaia morta in una fabbrica tessile di via Garigliano, a Oste di Montemurlo. Il dramma si è consumato nella mattinata di oggi, lunedì 3 maggio, quando la giovane lavoratrice è deceduta dopo essere rimasta incastrata in un macchinario, un orditoio, che il cui ingranaggio l’aveva poco prima trascinata al suo interno. La giovane era da poco diventata mamma.

Muore in un tragico incidente in fabbrica: il dramma di Luana

La titolare dell’azienda, dopo aver appreso della tragedia, è stato colpito da un malore improvviso. La giovane operaia vittima dell’infortunio lavorava in via Garigliano da più di un anno. I colleghi hanno subito allertato i soccorsi ma i sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso della 22enne.

Luana D’Orazio comparsa nel film di Pieraccioni

Luana D’Orazio, la giovane operaia morta sul lavoro, aveva recitato come comparsa nel film del regista di Leonardo Pieraccioni, Se son rose. Anche l’attore toscano ha ricordato la 22enne deceduta a Montemurlo, in provincia di Prato: “Sì, l’ho avuta come comparsa in un mio film, Se son rose, nella scena di una festa. C’erano tanti ragazzi, me la ricordo vagamente perché erano davvero tanti”.

“Ma il ricordo di quella scena di una festa spensierata di ventenni aggiunge ancora più dolore. Perché la vita a vent’anni dovrebbe essere e continuare così, come una festa. È una notizia terribile, vista la sua età e la modalità dell’incidente. Lascia un bambino di cinque anni, non ci sono parole. Per quanto possa servire, mando un abbraccio fortissimo alla sua famiglia” ha ricordato Leonardo Pieraccioni

Prato: trascinata negli ingranaggi di un macchinario: operaia di 22 anni muore in fabbrica

 

Articoli correlati

Back to top button