Cronaca

Studio shock ONU: il 90% delle persone ancora con pregiudizi sulle donne

Ancora pregiudizi sulle donne. È un’immagine sconcertante, ancora grondante di pregiudizi, che viene fuori dal Report dell’Onu sui ruoli di genere presentato dall’Un Development Programme e ripreso da vari media in giro per il mondo.

Pregiudizi sulle donne, lo studio Onu

Secondo il rapporto, quasi il 90% degli esseri umani del pianeta è “infettato” da qualche forma di pregiudizio nei confronti delle donne. Nel rapporto si accredita una tendenza “scioccante” sulle prospettive di una maggiore uguaglianza di genere a dispetto degli sforzi fatti da varie istituzioni a livello globale per ridurre il gap fra uomini e donne e dei progressi pur compiuti.

Stando a questa ricerca, basata su un indice sociale messo a punto elaborando dati raccolti in 75 Paesi, il 91% degli uomini e l’86% delle stesse donne coltiva tuttora almeno un elemento di “pregiudizio” verso l’universo femminile in relazione alla politica, all’economia, all’educazione, alla violenza sessuale o ai “diritti riproduttivi”.In totale risulta che un 80% del campione è convinto che gli uomini siano leader politici migliori delle donne, un 40% che siano meglio al vertice del business e un 30% addirittura che sia accettabile per i mariti picchiare le mogli.

La situazione

“Sono numeri che io considero scioccanti”, ha commentato Pedro Conceicao, funzionario dell’Onu e responsabile del rapporto, dopo aver denunciato che “viviamo ancora in un mondo dominato dai maschi”. “Vi sono progressi, ha aggiunto, in molte realtà di base nella partecipazione e nell’empowerment delle donne, ma in altre continuiamo a sbattere contro un muro”. Dunque per una percentuale considerevole degli uomini, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello Sportello dei Diritti, coltiva almeno un elemento di “pregiudizio” verso l’universo femminile.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio