Cronaca

Pregliasco: “Pranzo di Ferragosto? Meglio all’aperto che al chiuso con Green pass”

"Il Green pass non elimina rischio, tenere alta la guardia"

Pranzo di Ferragosto: sicuramente all’aria aperta, c’è meno rischio. Ad affermarlo è il virologo Fabrizio Pregliasco all’Adnkronos, aggiungendo che “nella speranza che ci siano comunque tanti vaccinati, certo se poi intorno abbiamo tutti no-vax… è una scommessa. Io? Lo passerò in un rifugio in montagna“.

Green Pass: Pregliasco “non da certezze sulle infezioni”

Il Green pass – spiega – non dà la certezza di non infettarsi, non cambia nulla, l’attenzione deve essere continua e non si deve abbassare la guardia“. “L’unico elemento – chiarisce il virologo – è sapere che si è più sereni, ma si deve continuare ad adottare il nuovo galateo” fatto di igiene, distanziamento e “mascherina assolutamente imprescindibile, anche al ristorante, tranne il tempo in cui si mangia“.

Vaccino agli adolescenti

Giusto ora puntare sui giovani che devono essere assolutamente vaccinati perché la variante Delta di Sars-CoV-2 è un guaio che coinvolge loro e tutti noi“, afferma ancora l’esperto commentando il piano giovani annunciato dal commissario straordinario Francesco Paolo Figliuolo per intensificare le vaccinazioni anti-Covid nella fascia di età 12-19 anni.

Tra i ragazzi, ricorda Pregliascospesso e volentieri ci sono casi asintomatici, con conseguente difficoltà di tracciamento e di isolamento“, cosa che rende più difficile arginare la circolazione virale. “Direi quindi ben venga questa opzione che fa strike con la vaccinazione“. E “ben venga” anche la corsia preferenziale ipotizzata da Figliuolo in hub dove i ragazzi potranno recarsi senza appuntamento. “Questo credo – conclude il virologo – che possa agevolare“.

Articoli correlati

Back to top button