Meteo

Caldo, l’afa peggiora: domani bollino rosso in 22 città | L’ELENCO COMPLETO

Le previsioni meteo per domani, giovedì 30 giugno: caldo e afa peggiorano. Bollino rosso in 22 città. Ecco l'elenco completo

Caldo e afa non mollano in Italia, stretta nella morsa dell’anticiclone africano. Una situazione destinata a peggiorare già da domani. Nella giornata del 30 giugno, infatti, saliranno a 22 le città con bollino rosso per ondate di calore. Di seguito, l’elenco completo:

  • Ancona,
  • Bari,
  • Bologna,
  • Cagliari,
  • Campobasso,
  • Catania,
  • Civitavecchia,
  • Firenze,
  • Frosinone,
  • Genova,
  • Latina,
  • Messina,
  • Napoli,
  • Palermo,
  • Perugia,
  • Pescara,
  • Reggio Calabria,
  • Rieti,
  • Roma,
  • Trieste,
  • Venezia,
  • Verona,
  • Viterbo.

Caldo e afa, bollino rosso in 22 città domani 30 giugno: l’elenco completo

Altre 2 città, invece, avranno il bollino arancione (Milano e Brescia) e 3 giallo (Bolzano, Genova e Torino). Lo indicano i bollettini del Ministero della Salute sulle ondate di calore, che monitorano 27 città capoluogo di provincia.

Si tratta di un peggioramento cominciato lunedì, quando le città con bollino rosso erano 2, mentre 23 con quello arancione e 2 giallo, e che è proseguito ieri, in cui le città con bollino arancione erano 9, quelle con bollino giallo 5 e quelle con bollino rosso 13 (e resteranno con massima allerta per il 29 e 30 giugno) ovvero: Cagliari, Campobasso, Civitavecchia, Firenze, Frosinone, Latina, Messina, Napoli, Palermo, Perugia, Reggio Calabria, Rieti e Roma. A queste, nella giornata del 29 giugno, si andranno ad aggiungere anche Ancona Bari, Bologna, Catania, Pescara e Viterbo per un totale di 19.

Il 30, alle precedenti città con bollino rosso si andranno ad aggiungere Trieste, Venezia e Verona. Bolzano, Genova e Torino sono le uniche 3 città che manterranno il bollino giallo nei tre giorni considerati. Il resto dell’Italia invece resta stretta nella morsa di un caldo torrido e crescente. Le ondate di calore si verificano quando si registrano temperature molto elevate per più giorni consecutivi, spesso associate a tassi elevati di umidità forte irraggiamento solare e assenza di ventilazione.

I rischi

Queste condizioni climatiche, ricorda il Ministero della Salute, possono rappresentare un rischio per la salute della popolazione, soprattutto dei soggetti vulnerabili, come anziani, malati cronici, bambini, donne in gravidanza.

Articoli correlati

Back to top button