Cronaca

Primo maggio, Salvini: “Le frasi citate da Fedez sono disgustose”

Matteo Salvini a Domenica In parla delle frasi citate da Fedez nel corso del Concertone del Primo maggio. Che cosa ha detto

“Le frasi che ho sentito sono disgustose. Chi aggredisce, insulta o minaccia di morte va curato e punito a prescindere dal colore della pelle e dagli orientamenti sessuali”. Così Matteo Salvini, in collegamento con “Domenica Live”, risponde alle polemiche scoppiate, dopo il discorso di Fedez dal palco del Concertone del Primo maggio a sostegno del ddl Zan, durante il quale ha citato alcune affermazioni che sarebbero state pronunciate da alcuni esponenti della Lega.

Concertone Primo maggio, Salvini: “Le frasi citate da Fedez sono disgustose”

Il leader della Lega è intervenuto anche sul tema censura: “Sono contro ogni censura, però non ci devono essere artisti di serie A. Non mi spiego la voglia di censura nei confronti di Pio e Amedeo: se la libertà esiste, deve esistere per tutti”.  Salvini ha anche chiarito perché la Lega non è a favore al Ddl Zan ed ha aggiunto che sarebbe d’accordo sull’aggravante per le discriminazioni e le violenze per motivi fondati sul sesso, sull’orientamento sessuale, sull’identità di genere e sulla disabilità.

Articoli correlati

Back to top button