Cronaca

Primo ministro indiano beve acqua del fiume sacro per dimostrare che non è inquinato: ricoverato in ospedale

Bhagwant Mann il politico si è recato sulle sponde del Kali Bein, conosciuto come il ruscello nero

Un primo ministro indiano ha bevuto l’acqua del fiume sacro per dimostrare che non è inquinato, e per dare prova del funzionamento dei depuratori installati, ma finisce ricoverato in ospedale.

Primo ministro indiano beve l’acqua del fiume sacro

Il primo ministro Bhagwant Mann ha bevuto l’acqua del fiume sacro ed è stato ricoverato in ospedale. La vicenda accaduta al primo ministro dello stato indiano del Punjab protagonista suo malgrado di una vicenda virale anche sui social network.

Nel video si vede il dirigente che beve tutto d’un sorso un bicchiere appena riempito nel Kali Bein, il “ruscello nero“, chiamato così perché nel suo corso scaricano rifiuti e liquami circa 80 villaggi e cinque città.

Il ricovero dopo aver bevuto l’acqua del fiume

Secondo il quotidiano The indian express, Mann intendeva dimostrare il successo delle opere di bonifica avviate il 16 luglio di 22 anni fa nell’area del fiume, ritenuto sacro dalle comunità di fedeli Sikh. Secondo i media locali, quando si trovava nella sua residenza a Chandigarh il primo ministro ha avvertito mal di stomaco ed è stato trasferito in aereo a Delhi per il ricovero all’Indraprastha Apollo hospital. Mann è stato poi dimesso e, stando a ricostruzioni concordanti, è tornato alle attività di governo.

Articoli correlati

Back to top button