Scienza e Tecnologia

Problemi oculari del cane: quali sono e come intervenire

I problemi di natura oculare sono tra i più diffusi nei cani domestici e riguardano diverse patologie, come ad esempio la cataratta ed il glaucoma. Tutti disturbi che possono essere causati da un’eredità genetica o da un’alimentazione non equilibrata.

In alcuni casi quindi si parla di problematiche che possono essere prevenute o gestite attraverso una buona cura e prevenzione. Da questo punto di vista è importante tenere sotto controllo la salute del proprio cane con visite regolari dal veterinario e seguire una dieta equilibrata e un’adeguata attività fisica.

Si diceva di quelli che possono essere i vari disturbi legati alla vista del cane: uno dei più diffusi e noti ai proprietari di amici a quattro zampe è la cosiddetta terza palpebra. Di cosa si parla?

La terza palpebra del cane

Quando si parla di terza palpebra cane ci si riferisce ad un fastidio noto anche con il nome di palpebra nictitante: una struttura mobile situata all’interno dell’occhio che copre la parte inferiore della cornea quando il cane è in stato di riposo o di sonno e la cui funzione principale è quella di proteggere l’occhio dalle lesioni e dalle irritazioni, oltre a contribuire alla pulizia dell’occhio, rimuovendo le particelle estranee e il muco in eccesso.

La terza palpebra del cane è una parte normale e importante dell’anatomia oculare ed è in tutte le razze e si può vedere facilmente quando il cane è in riposo o addormentato. Se la terza palpebra è visibile anche quando il cane è sveglio, può essere un segnale di una patologia oculare, come infiammazione, infezione o malattia del bulbo oculare.

In caso di dubbio o se si nota un cambiamento nella posizione o nell’aspetto della terza palpebra, è importante rivolgersi al veterinario per una valutazione e una diagnosi precisa, per escludere eventuali patologie e garantire la salute oculare del proprio cane. Si può intervenire, nei casi meno gravi, anche a casa, con un collirio per terza palpebra cane o con farmaci blandi.

Altre patologie della vista

Oltre a questa problematica nota come terza palpebra cane ci sono altri fastidi che possono registrarsi, sempre riferiti alla sfera oculare nei cani. Le più diffuse sono:

  1. Cataratta: un’opacità del cristallino che può causare una riduzione dell’acuità visiva e, in casi avanzati, la cecità.
  2. Glaucoma: un aumento della pressione intraoculare che può causare dolore, cecità e perfino la perdita dell’occhio.
  3. Distacco della retina: un’anomala adesione della retina alla parete posteriore dell’occhio che può causare una riduzione dell’acuità visiva e cecità.
  4. Degenerazione della retina: una degenerazione progressiva della retina che può causare una riduzione dell’acuità visiva e cecità.
  5. Infiammazioni oculari: come la congiuntivite e l’uveite, che possono causare dolore, arrossamento e lacrimazione eccessiva.
  6. Traumi oculari: come ferite, ustioni e corpi estranei negli occhi, che possono causare dolore, arrossamento e lacrimazione eccessiva. Il trattamento consiste in rimuovere il corpo estraneo e curare la ferita.

Articoli correlati

Back to top button