Cronaca

Quali sono le differenze tra zona bianca e gialla? Ecco cosa cambia e tutto quello che c’è da sapere

Quali sono le differenze tra zona bianca e zona gialla? Cosa cambia e quali sono le regole da seguire?

Quali sono le differenze tra zona bianca e zona gialla? Cosa cambia e quali sono le regole da seguire? Zona bianca e zona gialla si differenziano per due regole, che riguardano la vita quotidiana dei cittadini. In entrambe le fasce di colore non c’è il coprifuoco, che in zona gialla è stato abolito lo scorso 21 giugno. Stesso discorso per quanto riguarda i limiti agli spostamenti. Insomma, in zona gialla e bianca si può andare dove si vuole quando si vuole.

Cosa cambia tra zona gialla e bianca: le differenze

Nessun limite anche per le attività che possono stare aperte: le uniche escluse sono le discoteche, in entrambe le zone colorate. Perciò quali sono le differenze? In zona gialla è ancora obbligatoria la mascherina in ogni occasione, che sia al chiuso o all’aperto per camminare per strada. Da due mesi a questa parte, invece, in zona bianca non sono più obbligatorie all’esterno. La seconda differenza riguarda i servizi di ristorazione: in zona bianca non c’è nessun limite di persone non conviventi sedute al tavolo insieme all’esterno, mentre all’interno è di sei persone; in zona gialla torna il limite dei quattro non conviventi, sia dentro che fuori.


Articoli correlati

Back to top button