AlmanaccoCuriosità

Quando è Natale nel 2022?

Il 25 Dicembre 2022 è Domenica e cade durante la 51° settimana dell'anno

Il Natale è un periodo magico e gli amanti di queste giornate continuano a sognarle durante tutto l’anno. Quando è Natale nel 2022? Il 25 Dicembre 2022 è Domenica e cade durante la 51° settimana dell’anno. L’atmosfera delle luci, degli addobbi e dei colori di questa festa riscaldano gli animi.

Natale 2022: quando è, quanto manca, il calendario e date

Natale è una festa fissa, capita ogni anno il 25 dicembre ed è anticipata dalla Vigilia di Natale che si festeggia la sera precedente, quella del 24. Il 24 dicembre non è una giornata festiva, ma lavorativa, invece per quanto riguarda gli studenti le date sono differenti infatti scuole ed università sono già chiuse. Le feste mobili sono quelle come la Pasqua che ogni anno cambiano data.

Le feste di Natale durano fino alla festa dell’Epifania, festa fissa anch’essa, che si festeggia il 6 gennaio. Quelle di Natale sono le festività più lunghe che si vivono durante l’anno e sono festeggiate praticamente in tutto il mondo. Il Natale è una festa prevalentemente cristiana che nasce in ambito cattolico ma che si è poi diffusa in tutti i continenti proprio per il suo fascino.


Il calendario di ponti, vacanze e feste del 2022


Il periodo d’Avvento: cos’è e cosa signifca

Il Natale è preceduto dall’Avvento, un periodo di attesa e di introduzione alla grande festa del Natale che è scandito da diverse giornate con significati differenti. Avvento è una parola che significa arrivo, venuta. Il periodo di Avvento dura 4 settimane.

Durante questo periodo si è soliti porre 4 candele rosse, ognuna delle quali sarà accesa in una delle quattro domeniche di Avvento, realizzando la cosiddetta corona dell’Avvento. Questa usanza non è solo liturgica (fatta in Chiesa) ma si è soliti farla anche in casa, è un bel modo di avvicinarsi al Natale ed entrare nella sua atmosfera.

Nella prima domenica di Avvento si accende la “Candela del Profeta”, nella seconda domenica di Avvento la “Candela di Betlemme”, nella terza domenica si accende la “Candela dei Pastori” o “Candela della gioia” e nella quartasi accende la “Candela degli angeli”.

Il calendario dell’Avvento

Un’altra usanza tipica di questo momento di attesa è quella del calendario dell’Avvento, tradizione tipica per i più piccoli. Infatti questo tipico calendario è realizzato con finestrelle diverse che si aprono ogni giorno e che contengono una sorpresa o un’immagine diversa. I più amati sono quelli che contengono il cioccolato.

Le vacanze di Natale: calendario delle date

Le feste di Natale 2022 non cadono in tutta Italia nello stesso periodo. Certamente i giorni festivi (Natale, Santo Stefano, Capodanno, Befana) sono gli stessi in tutta Italia, ma le date di chiusura e riapertura delle scuole variano da regione a regione. Infatti a deciderlo è il consiglio regionale che sancisce la data di inizio e fine delle vacanze di Natale.

Mercatini di Natale: quando iniziano?

Attrattiva tipica di queste feste sono i mercatini di Natale che si trovano in ogni città ed anche all’estero. Trattandosi di mercatini che si tengono per lo più all’aperto si presume che possano essere realizzati nonostante la pandemia.

I mercatini di Natale di solito cominciano a metà novembre e si protraggono per tutte le feste. Tra gli stand è possibile trovare addobbi per l’albero di Natale, statuine e pezzi per il presepe e ovviamente regali di Natale.

I mercatini di Natale più belli e famosi sono:

  • Mercatino di Bolzano
  • Mercatino di Merano
  • Le bancarelle di piazza Navona a Roma
  • La fiera degli oh bej oh bej a Milano
  • Mercatino di Rango
  • Mercatino di Levico Terme
  • Il Villaggio di Babbo Natale Mondo Verde Garden
  • Il mercatino di natale di San Gregorio Armeno a Napoli
  • Mercatino di Natale di Vienna (Austria)
  • Mercatino di Natale di Maastricht (Paesi Bassi)
  • Mercatino di Natale di Francoforte (Germania)
  • Mercatino di Natale di Breslavia (Polonia)
  • Mercatino di Natale di Salisburgo (Austria)
  • Mercatino di Natale di Norimberga (Germania)

L’albero di Natale

Tra i simboli più noti e importanti di queste feste c’è senza dubbio l’albero di Natale. Questa è una tradizione che è stata importata dai Paesi del Nord Europa, in particolare dalla Germania dove si usava addobbare gli abeti durante le feste natalizie. Con il tempo la tradizione si è diffusa anche in Italia ed oggi ha quasi soppiantato il presepe che, invece, è di tradizione tipicamente italiana.

Normalmente si è soliti addobbare l’albero con palline colorate di vetro od ormai di plastica, con statuine di angeli o fiocchi rossi o dorati ponendo in cima all’albero un puntale. Ovviamente l’albero deve essere luminoso, per cui si utilizzano molto anche le lucine. Questo è l’albero tradizionale, ultimamente però si è diffusa anche la tendenza di rielaborarlo in chiave contemporanea, così sono stati realizzati alberi di Natale appesi al soffitto, completamente neri o sostituiti da bastoni e pezzi di legno o plastica addobbati.

Il presepe

Il presepio o presepe è la rappresentazione della scena della natività. Vanta una tradizione antichissima che molto probabilmente risale al Medioevo. Tradizionalmente, si prepara, insieme all’albero, l’8 dicembre giorno della festa dell’Immacolata, anche se negli ultimi anni si è visto che l’abitudine di mettere gli addobbi di Natale si è anticipata anche a novembre.

Il presepe è composto dalla rappresentazione della capanna di Betlemme al cui interno ci sono le statuine di San Giuseppe, della Vergine Maria e del Bambin Gesù. Tradizione vuole che la statuina del Bambin Gesù sia posta nel presepe alla mezzanotte del 24 dicembre. Il Presepe rappresenta la natività di Betlemme per cui si inseriscono anche le statuine dei pastori che vanno in adorazione di Gesù, come quelle dei re magi. I presepi sono molto variegati e hanno una vera e propria arte in sé, basti pensare alle realizzazioni napoletane di san Gregorio Armeno.

Articoli correlati

Back to top button