CronacaPolitica
Trending

Quando riapriranno le scuole in Campania? Domani la decisione di De Luca

Quando riapriranno le scuole in Campania? Domani, 23 novembre, arriverà la decisione del Presidente De Luca

Quando riapriranno le scuole in Campania? Domani, 23 novembre, arriverà la decisione del Presidente De Luca. Il ritorno in aula era subordinato da un piano di screening su personale docente e non, ma non ha avuto un grande successo.

Dunque è possibile che domani, la Regione deciderà di delegare ai sindaci di riattivare o meno la didattica in presenza per quanto riguarda gli asili e le elementari. Le ultime notizie.

Quando riapriranno le scuole in Campania? Le ultime notizie

Scuole aperte o chiuse: si deciderà domani dopo i dati che le Asl comunicheranno  all’Unità di Crisi della Regione Campania.

Ma i Comuni potranno comunque decidere in autonomia. Il ritorno in classe degli alunni dell’infanzia e della scuola elementare, previsto per il 24 novembre, è affidato ai risultati dello screening volontario su alunni, docenti e personale non docente. Al momento il piano ha avuto scarse adesioni. Il sistema è naufragato: non funziona il numero di prenotazione, molti lamentano di non essere riusciti a fare il tampone.

Il comunicato della Regione

“Le attività in presenza dei servizi dell’infanzia e delle prime classi della scuola primaria riprenderanno dal 24 novembre, previa effettuazione di screening su base volontaria sul personale docente e non docente e sugli alunni”.

De Luca: “Senza una sicurezza non apriremo”

Nell’ultima diretta sui social network, il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca, aveva annunciato già un possibile rinvio sulla data dell’apertura delle scuole: “Stiamo lavorando sulle scuole. L’ordinanza che prevede la possibilità di riapertura di asili e prime elementari è subordinata a un accertamento epidemiologico. Abbiamo un’ondata di richieste per non aprire: i genitori sono preoccupati.

La riapertura per il 24 era una previsione, non apriremo nulla se non avremo la sicurezza dal punto di vista epidemiologico. Abbiamo scelto una linea di rigore e tutela, la manterremo. È possibile e probabile che non si riapra quando abbiamo previsto e comunque non riapriremo nulla se non avremo certezze dal punto di vista sanitario”.


Leggi anche:

Articoli correlati

Back to top button