Cronaca

Pescara, rapina nella villa De Cecco: moglie e figlia chiuse in cucina

Attimi di paura a Montesilvano, provincia di Pescara, per una rapina messa a segno nella villa di Saturnino De Cecco, noto imprenditore italiano. Una rapina perpetrata nella serata di lunedì 23 gennaio, quando malviventi hanno fatto irruzione nell’abitazione dell’imprenditore. Una volta dentro, hanno minacciato con un’arma la figlia e la moglie, costringendo De Cecco ad aprire la cassaforte dalla quale hanno portato via soldi e gioielli, oltre ad una pistola.

Pescara, rapina nella villa di De Cecco minacciate figlia e moglie

Ad agire sarebbero stati quattro uomini, tutti provenienti dall’Est Europa stando a quanto spiegato dalla vittima. I malviventi avrebbero preso in ostaggio la moglie e la figlia di 5 anni di De Cecco che in quel momento stavano rientrando a casa. Donna e bambina sono state minacciate con delle armi e trascinate all’interno della villa, per poi essere chiuse in cucina.

Saturnino De Cecco, mentre due dei rapinatori sorvegliavano moglie e figlia, è stato costretto dagli altri due componenti della banda ad aprire la cassaforte dalla quale hanno rubato orologi e altri oggetti preziosi, oltre a una pistola regolarmente detenuta dall’imprenditore. Una volta svuotata la cassaforte, i quattro sono fuggiti a bordo di un’Audi rubata, guidata da quinto complice che era fuori ad attenderli.

Articoli correlati

Back to top button