Cronaca

Ravenna, calciatrice accusa il medico di abusi nella visita: lui patteggia

L'accusato è un medico 66enne, la vittima una ragazza poco più che maggiorenne. Differenti le versioni dell'accaduto

Ravenna, calciatrice accusa il medico di abusi nella visita: lui patteggia. L’episodio è accaduto ad una giovane calciatrice, poco più che maggiorenne, che durante la visita medica fuggì chiamando in lacrime la madre.

Ravenna, medico accusato di abusi da una calciatrice

L’episodio è accaduto a Cervia, nel Ravennate nel febbraio 2020. In quell’occasione una calciatrice fuggì durante la visita medica per denunciare l’accaduto. Sarebbe stata vittima di una molestia del medico 66enne tanto da necessitare di una visita in ospedale per via del tracollo emotivo. Dell’accaduto vennero informati anche i carabinieri.

La versione dell’accusato

L’accusato ha patteggiato a 8 anni di reclusione, tuttavia fa sapere che si dichiara innocente. Il suo avvocato infatti sottolinea che tale scelta è puramente processuale ma che non equivale ad una ammissione, anzi.

Un consulente della difesa confermò che la correttezza dell’operato – dell’accusato –  dato che quel tipo di controllo medico poteva prevedere una particolare manovra legata al controllo di eventuali linfonodi, ovvero di tastare il collo della calciatrice. Per la ragazza invece si sarebbe trattata di una avance mascherata.

Articoli correlati

Back to top button