Cronaca

Recanati, entrambi hanno cambiato sesso: ora l’annuncio del matrimonio

Hanno cambiato sesso e ora hanno annunciato il loro convolare a nozze

A far nascere l’amore tra due persone, come spesso accade, sono le cose in comune: questa volta è avvenuto anche a Asterio Tubaldi Maura Nardi, 41 anni a novembre, ed Emanuele Loati, 25 anni, una coppia di Recanati che hanno cambiato sesso e che ora ha annunciato il loro matrimonio. Dopo un percorso di anni, lo Stato ha riconosciuto la loro nuova identità. E il sindaco del comune marchigiano si è offerto di ufficializzare le nozze

Recanati, hanno cambiato sesso: annunciano il loro matrimonio

Asterio Tubaldi Maura Nardi, 41 anni a novembre, ed Emanuele Loati, 25 anni, hanno annunciato il loro convolare a nozze. La loro non è una di quelle coppie normali, no, perché loro hanno condiviso il percorso di transizione di sesso.

I documenti d’identità

Maura ed Emanuele dopo diversi anni sono finalmente una donna e un uomo anche per lo Stato Italiano. La loro storia sembra aver trovato il lieto fine in tutti i modi possibili, visto anche il loro convolare a nozze a breve.

Nei giorni scorsi infatti, l’ufficio anagrafe del Comune ha provveduto a consegnare le nuove carte d’identità a conclusione del loro percorso di transizione dal genere maschile al femminile per Maura, dal femminile a maschile per Emanuele.

“Siamo una coppia e stiamo pensando alla nostra unione e al nostro futuro. Per noi è una cosa naturale, ma sappiamo che per molti non è così”, l’ultimo tassello è finalmente messo al suo posto.

Un percorso difficile

Le cose ovviamente non sono sempre andate per il verso giusto. I momenti difficili ci sono stati. Maura ha intrapreso il suo percorso nel 2016, all’epoca aveva 35 anni, quando una rara malattia l’ha costretta alla cecità: è stata la prima non vedente in Italia a cambiare sesso. La vera disabilità però, racconta, è stata fare i conti con i pregiudizi con la gente.

“Se da un giorno all’altro non vedi più, in qualche modo puoi riorganizzare la tua vita ed è quello che ho fatto. Con l’identità di genere non puoi scendere a patti ed esiste un solo modo che si chiama transizione. Puoi lottarci per un po’, ma alla fine sei costretta a cedere anche perché in ballo c’è la tua vita. Certi percorsi non si fanno per gioco, per noia o per esibizionismo – sottolinea Maura – ma per una autentica necessità che emerge al culmine di un profondo malessere”. 

L’annuncio del sindaco

“Abbiamo tutti accolto con piacere questa decisione, non ci sono stati pregiudizi – spiega Antonio Bravi, sindaco di Recanati – Se Maura ed Emanuele decideranno di celebrare le nozze in Comune li sposerò io con immenso piacere. Siamo una comunità aperta a tutte le situazioni”, ha detto il primo cittadino.

Articoli correlati

Back to top button