Patenti, in arrivo un rincaro del 22% per gli italiani

Rincaro-patenti-quanto-costa

Rincaro patenti, prenderla costerà il 22% in più per gli italiani. I rincari potrebbero interessare coloro che hanno conseguito le patenti B e C1 dal 2015

Attenzione al rincaro patenti. Da oggi, prendere la licenza di guida costerà di più. Il motivo è legato a un rincaro del 22% che è conseguenza di quanto deciso qualche giorno fa dall’Agenzia delle Entrate, con una risoluzione del 2 settembre, che ha stabilito la fine dell’esenzione Iva per le lezioni di scuola guida come scrive motoriomline.

Tale provvedimento, che arriva in scia ad una sentenza della Corte di Giustizia Ue del 2019 (C-449/17), è inoltre retroattivo fino al 2015.

Rincaro patenti e il rischio retroattività

Va considerato che le azienda, comprese le autoscuole, sono tenute a versare l’Iva degli ultimi quattro anni. Dunque c’è la concreta possibilità che le stesse autoscuole possano rifarsi sui clienti, chiedendo agli allievi passati l’integrazione (pari al 22% del totale) dell’importo pagato per i corsi di scuola guida pregressi.

Chi riguarderà il rincaro

I rincari potrebbero interessare tutti coloro che hanno conseguito le patenti B e C1 dopo l’1 gennaio 2015.

 

TAG