Cronaca

Rissa a scuola tra ragazzine, i compagni filmano tutto e pubblicano i video

Rissa a scuola tra ragazzine, i compagni filmano tutto e pubblicano i video. Insulti, schiaffi, capelli tirati e sangue sul pavimento

Rissa a scuola tra ragazzine, i compagni filmano tutto e pubblicano i video. Insulti, schiaffi, capelli tirati e sangue sul pavimento. E’ il triste spettacolo andato in scena nella tarda mattinata di lunedì prima al bar della scuola, poi fuori dai cancelli dell’istituto d’istruzione superiore Cossali di Orzinuovi (Brescia).

Rissa a scuola tra ragazzine: è successo a Brescia

La violenta rissa è scoppiata verso le 12.30, sotto gli occhi attoniti e spaventati delle bariste, che hanno immediatamente dato l’allarme. Stando al racconto di alcuni testimoni, un gruppetto di ragazzine – pare fossero in tre – avrebbe dato appuntamento a un’altra studentessa al bar della scuola, a quanto sembra, per “vendicarsi” di un’offesa subita da una di loro domenica, lontano dall’edificio scolastico.

Tirate di capelli, spintoni e schiaffi

Tra le quattro sarebbe subito scoppiata un’accesa discussione, poi sfociata in una vera e propria zuffa. Dagli insulti – urlati a squarciagola – sarebbero passate in pochi istanti alle vie di fatto: si sarebbero strattonate, tirate i capelli e, infine, sarebbe volato pure qualche schiaffo. Una avrebbe riportato anche serie lesioni al volto. Attimi davvero concitati, come racconta una testimone (che preferisce mantenere l’anonimato) a Bresciatoday.it. “C’era sangue sul pavimento e un gruppo di ragazzi intorno che le incitava, gridando rissa, rissa, rissa”.

Non solo: smartphone alla mano, alcuni studenti avrebbero ripreso l’episodio di bullismo. E i video stanno facendo il giro delle chat di WhatsApp.

L’intervento del preside

A dividere le ragazzine ci avrebbe pensato il dirigente scolastico, ma il suo intervento non sarebbe stato del tutto risolutivo. Il secondo round al termine delle lezioni, all’esterno dell’edificio, dove la ragazzina ferita pare attendesse l’uscita delle rivali. E questa volta è scattata la chiamata ai carabinieri.

L’arrivo dei carabinieri

Quando la pattuglia è arrivata in via Milano, pare che la zuffa fosse già terminata: sul posto c’era solo una delle partecipanti, che è stata identificata. Ricostruita la vicenda – anche attraverso i racconti dei numerosi presenti – i militari hanno chiuso immediatamente il caso: non sussisterebbero infatti i presupposti per un’indagine d’ufficio. Se lo vorranno le giovani potranno presentarsi in caserma, insieme ai genitori, e sporgere querela.

La dirigenza scolastica dell’istituto superiore di Orzinuovi ha invece preferito non rilasciare dichiarazioni. “Meglio non commentare, data la delicatezza della situazione”, ha riferito la vicepreside da noi raggiunta al telefono.

Articoli correlati

Back to top button