Cronaca

Robin Williams: la vita, la morte e la carriera di un grande attore comico

L'11 agosto del 2014 ci lasciava uno dei più grandi interpreti della storia del cinema mondiale: i suoi film hanno accompagnato e commosso tanti spettatori

Per oltre 30 anni, Robin Williams, ha fatto ridere e commuovere milioni di persone in tutto il mondo con i suo film, i suoi siparietti, le sue imitazioni… con tutto. L’11 agosto del 2014 ci lasciava uno dei più grandi interpreti della storia del cinema mondiale: i suoi film hanno accompagnato e commosso tanti spettatori.

Robin Williams, la vita di un grande comico

Le sue interpretazioni sul set risultano sempre di profonda intensità, sia quando commuove sia quando strappa un sorriso.

Robin McLaurin Williams, da tutti noto semplicemente con il nome Robin William, nasce il 21 luglio 1951 a Chicago (Illinois). Il padre, Robert Fitzgerald Williams, era un dirigente della Ford Motors, mentre la madre, Laurie McLaurin, era una modella originaria di Jackson (Mississippi).

Nel 1967 la famiglia Williams si trasferisce in California, qui, Robin frequenta la Facoltà di Scienze politiche al Claremont Men’s College senza mai continuarla. Abbandona l’idea di laurearsi per preferire la sua passione il teatro. Si iscrive all’istituto di recitazione drammatica Juilliard School di New York dove si distinse come mimo in alcuni spettacoli. Tornato a San Francisco, California, intraprende a carriera di attore teatrale.

Negli anni ’70 lo vediamo nella serie televisiva Mork & Mindy, interpretando un simpatico alieno il cui originale saluto “Na-no Na-no” diviene un tormentone.

Passato al cinema, alterna negli anni parti comiche, come in Popeye – Braccio di ferro (1980), ad altre più drammatiche, su tutte quella del militare ribelle e anticonformista in Good Morning, Vietnam, che nel 1988 gli vale la prima nomination agli Oscar e un Golden Globe.

Sfiorata altre due volte con L’attimo fuggente (1990) e La leggenda del re pescatore (1992), l’ambita statuetta arriva nel 1998 grazie al ruolo dello psicologo Sean McGuire in Will Hunting – Genio ribelle.

Impegnato nel sociale a favore della ricerca e dell’assistenza medica, nel 2013 è nel cast di The Butler – Un maggiordomo alla Casa Bianca. Consumato dalla depressione, l’11 agosto si toglie la vita nella sua casa a Tiburon.

Pasquale De Prisco

Nato a Napoli il 16 maggio 1986 e residente a Pagani (Sa). Laurea triennale in Lettere presso Università degli Studi di Salerno. Laurea Magistrale in "Informazione, Editoria, Giornalismo" presso Università degli Studi Roma Tre. Ho collaborato con i quotidiani "Le Cronache" e "La Città". Ho lavorato per "MediaNews24", "Blasting News". Blogger del sito "La Puteca di Pakos".

Articoli correlati

Back to top button