Almanacco

Il 21 novembre del 1994 nasce Rocco Hunt, celeberrimo rapper salernitano di Nu juorno buono e A un passo dalla luna

Dalle origini al palco di Sanremo, fino alle celebre collaborazioni con i più grandi nomi della musica. Ecco la biografia di Rocco Hunt

Rocco Pagliarulo (noto come Rocco Hunt) è un rapper italiano. Vincitore del Festival di Sanremo 2014 nella sezione “Nuove proposte” con il singolo “Nu juorno buono”.

Nel corso della sua carriera è riuscito a imporsi sulla scena nazionale attraverso le sue canzoni e importanti collaborazioni con i più grandi nomi della musica italiana, tra cui Neffa e Clementino. La sua storia artistica è fatta di piccoli e grandi traguardi, scopriamoli insieme.

21 novembre 1994: nasce Rocco Hunt, rapper salernitano

Rocco Pagliarulo, noto come Rocco Hunt e in precedenza conosciuto come Hunt MC, nato a Salerno (quartiere di Pastena) il 21 novembre del 1994.


Rocco Hunt


Muove i primi passi nel mondo dell’hip hop già da giovanissimo, visto che inizia a cimentarsi in questo genere musicale a undici anni, per poi prendere parte a numerose gare di freestyle e a diverse jam, fino a pubblicare, a nemmeno sedici anni, “‘A music’ è speranz'”, il suo primo mixtape, uscito per l’etichetta Dint Recordz nel 2010.

L’ascesa

L’anno successivo Rocco realizza un altro mixtape, intitolato “Spiraglio di periferia” e pubblicato per la Honiro Label: il disco comprende, tra l’altro, collaborazioni con ‘NtòClementino, e ottiene un riscontro più che positivo sulla scena rap underground nazionale anche per merito del videoclip della canzone “‘O mar e ‘o sole”, in cui Rocco Hunt duetta con Clementino.


Rocco Hunt


Nel 2012, viene pubblicata una versione deluxe di “Spiraglio di periferia”, che include altri quattro pezzi inediti, mentre l’anno successivo il cantante salernitano firma un contratto con la major Sony Music, per la quale pubblica il suo primo disco ufficiale, intitolato “Poeta urbano”, prodotto da Fritz da Cat, Shablo e Fabio Musta e preceduto dai singoli “Fammi vivere” e “Io posso” (verrà estratto anche un altro singolo, “L’ammore overo”).

Rocco Hunt a Sanremo

Nel 2014 prende parte alla 64esima edizione del “Festival di Sanremo”, nella categoria “Nuove proposte”, proponendo la canzone “Nu juorno buono” che si aggiudica la vittoria finale: è la prima volta nella storia della kermesse ligure che un pezzo rap vince nella categoria.


Rocco Hunt


“Nu juorno buono” viene pubblicato sull’iTunes Store il 17 febbraio, ed è il singolo che precede “‘A verità”, il secondo album in studio di Rocco, pubblicato poco più di un mese dopo, alla cui realizzazione hanno partecipato Enzo AvitabileEros Ramazzotti, Federico Zampaglione, Nitro, MadMan, Gemitaiz, Ensi, Noyz Narcos e Clementino: il disco esordisce con il botto, ottenendo il primo posto nella classifica degli album più venduti.

Riconoscimenti e “Ballando con le stelle”

Premiato dal sindaco di Salerno Vincenzo De Luca, il rapper campano conquista il disco d’oro della Fimi per poi prendere parte, in estate, al “Coca-Cola Summer Festival”, in onda su Canale 5, con il brano “Vieni con me”. A novembre viene pubblicato “‘A verità 2.0”, una riedizione del disco anticipata dal singolo “Ho scelto me”.


rocco-hunt-ballando-con-le-stelle
Rocco Hunt ballerino per una notte a Ballando con le stelle.

Dopo avere partecipato al talent show di RAI1Ballando con le stelle” come ballerino per una notte, a dicembre Rocco dà alle stampe il libro “Il sole tra i palazzi”, realizzato con la collaborazione di Federico Vacalebre.

Il terzo disco e gli inediti

Quasi un anno dopo, nel settembre del 2015, pubblica il singolo “Vene e vvà”, che anticipa il suo terzo disco in studio, intitolato “SignorHunt”, a cui partecipano – ancora una volta – Enzo Avitabile e Clementino.


Rocco Hunt


L’album viene pubblicato il 23 ottobre e si avvale della copertina di Francesco Paura: include, tra l’altro, il singolo “Se mi chiami”, un duetto tra Rocco HuntNeffa.

“Wake Up”

Il 13 dicembre 2015 è stata invece annunciata la sua partecipazione alla sessantaseiesima edizione del Festival di Sanremo nella sezione “Campioni” con il singolo “Wake Up”, il quale si è classificato al nono posto nella serata conclusiva della manifestazione.


rocco-hunt-wake-up


Tale singolo, pubblicato il 10 febbraio 2016, ha anticipato la riedizione di “SignorHunt”, denominata “SignorHunt – Wake Up Edition”, uscita il 4 marzo e comprensiva di un secondo CD contenente nove brani inediti. Il 16 settembre è stato pubblicato come singolo “Stella cadente”, realizzato con la collaborazione di Annalisa.

“Kevvuo'”

Il 28 aprile 2017 Rocco Hunt ha presentato il singolo inedito “Kevvuo'”, cantato in dialetto e accompagnato dal relativo videoclip; due mesi più tardi è stata la volta di un secondo singolo, “Niente da bere”, seguito a novembre da “Invece no”, brano in cui il rapper volge una critica nei confronti di Francesco Gabbani.


rocco-hunt


Il 23 novembre 2018 è stato distribuito per il download digitale il singolo Tutte ‘e parole nel quale il rapper campano torna a cantare in dialetto. Il 29 novembre è stato pubblicato anche il relativo videoclip, prodotto in formato verticale per una visione ottimale con gli smartphone.

Ritiro e dietrofront

Nel luglio del 2019 ha dichiarato l’intenzione di volersi ritirare dalle scene. Pochi giorni dopo ha cambiato idea, facendo dietrofront.


rocco-hunt


Rocco Hunt ha lasciato la sua Salerno per motivi lavorativi e abita a Milano, anche se non è noto il quartiere.

“A un passo dalla luna”

Il 31 agosto dello stesso anno ha pubblicato il suo quarto album “Libertà”, motivando che la sua etichetta discografica ne aveva posticipato più volte l’uscita nel corso degli anni. All’interno del disco sono presenti svariate collaborazioni, tra cui quelle con Achille Lauro, Neffa, J-Ax e i Boomdabash.


ana-mena-rocco-hunt
Ana Mena e Rocco Hunt.

Il 3 giugno 2020, dopo il lockdown causato dalla pandemia di COVID-19 del 2019-2020, Rocco Hunt ha pubblicato il singolo “Sultant’ a mia” con la produzione di Valerio Nazo. Un mese più tardi è invece uscito “A un passo dalla Luna”, realizzato insieme a Ana Mena.

Il 4 settembre è stato reso disponibile l’album “Buongiorno” di Gigi D’Alessio, al quale Rocco Hunt ha partecipato al brano “Chiove”.

Vita privata

Non si sa quasi nulla della compagna del rapper, che si è mostrato sempre molto riservato sul suo privato. Pare si chiami Ada, come sembra essersi lasciato sfuggire il cantante durante un’intervista con TV Sorrisi e Canzoni, nella quale avrebbe anche dichiarato che è piuttosto gelosa.


rocco-hunt-and-family


Secondo i rumors, sarebbe originaria di Salerno come il rapper, ma nemmeno su questo dato c’è una conferma. Quello che è certo è che da questo amore è nato un bambino, Giovanni, primogenito di Rocco Hunt venuto alla luce nel giorno della Festa del papà, anno 2017!

L’artista aveva annunciato di essere diventato padre proprio sul suo profilo Instagram, incassando una mole imponente di auguri e like. Seguitissimo sui social, non smette di condividere foto dal palcoscenico e anche qualche scatto romantico in compagnia della dolce metà.

Antonio Bassano

Giornalista pubblicista dal 2017, ma anche eterno appassionato di lotta, pittura, street photography e del mondo otaku. Cresciuto giornalisticamente grazie al quotidiano L'Occhio di Francesco Piccolo, Antonio Bassano ha un approccio alla professione letterario semplice e spontaneo, nonché orientato a mettere a nudo la notizia senza commistioni o forzature.

Articoli correlati

Back to top button