Cronaca

Afghanistan, l’Italia ha messo in salvo la “ragazza dagli occhi verdi” fotografata nel 1985

Sharbat Gula in salvo a Roma: era la bimba della foto del 1985 di Steve McCurry in copertina del National Geographic Magazine

È in salvo a Roma la cittadina afghana Sharbat Gula, la bimba della foto del 1985 di Steve McCurry in copertina del National Geographic Magazine, divenuta simbolo dell’Afghanistan nel mondo.

Roma, Sharbat Gula in salvo nella capitale

Lo rende noto Palazzo Chigi sottolineando che la presidenza del consiglio “ne ha propiziato e organizzato il trasferimento in Italia, nel più ampio contesto del programma di evacuazione dei cittadini afghani e del piano del Governo per la loro accoglienza e integrazione.

La storia della foto della ragazza afgana

Ragazza afgana è una celebre fotografia scattata da Steve McCurry nel 1984, e pubblicata sulla copertina della rivista National Geographic Magazine del numero di giugno 1985. L’immagine divenne una sorta di simbolo dei conflitti afgani degli anni ottanta.

La foto, scattata in un campo profughi di Peshawar, ritrae l’orfana dodicenne Sharbat Gula (Pashto: شربت ګله ), nata nel 1972. L’espressione del suo viso, con i suoi occhi di ghiaccio, resero ben presto l’immagine celebre in tutto il mondo. Nel gennaio 2002 McCurry e il National Geographic organizzarono una spedizione per scoprire se la ragazza fosse ancora viva. Sharbat Gula fu ritrovata dopo alcuni mesi di ricerche, e McCurry poté così fotografarla nuovamente, a distanza di diciassette anni

Articoli correlati

Back to top button