Guerra

La Russia propone lo scambio dei prigionieri di Azov per Medvedchuk

L'oligarca ucraino è considerato un traditore filorusso. Zelensky fa pressione per l'ingresso in Ue

La Russia propone lo scambio dei prigionieri di Azov per Medvedchuk. Le autorità russe starebbero valutando l’ipotesi di scambiare i prigionieri dell’acciaieria Azovstal in cambio dell’oligarca Medvedchuk.

Russia propone uno scambio di prigionieri

Leonid Slutsky, componente della squadra negoziale russa e della commissione per gli affari esteri del Parlamento russo, ha fatto sapere che si potrebbe valutare uno scambio di prigionieri. In particolare i militari ucraini del Battaglione Azov, catturati nell’acciaieria di Mariupol, in cambio di Viktor Medvedchuk.

Chi è Viktor Medvedchuk

Viktor Medvedchuk è un ex oligarca e deputato ucraino. Considerato dalle autorità filorusso, nonché colui che avrebbe dovuto prendere il posto di Zelensky dopo la sua uccisione, è considerato un fedele di Putin. Alcune settimane fa i servizi segreti ucraini riuscirono a individuarlo e ad arrestarlo dopo che aveva evaso i domiciliari.

Zelensky fa pressioni all’Ue

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky esercita pressioni affinché l’Ucraina possa ricevere lo status di Paese candidato all’Ue. Egli ritiene che dietro la riluttanza delle istituzioni si nasconda l’influenza della Russia.

Articoli correlati

Back to top button