Cronaca

Shock in Russia, uccide il figlio 13enne: “Ho un tumore, non volevo restasse solo”

Shock in Russia dove un papà malato terminale di cancro ha ucciso il figlio di 13 anni perché non voleva che restasse solo. L’omicidio è avvenuto a Mosca.

Uccide il figlio 13enne per non lasciarlo solo

L’uomo, Oleg Drachev, ha un tumore terminale al cervello e ha ucciso il figlio perché temeva che sua moglie non sarebbe stata in grado di crescerlo da sola. Dopo aver ucciso il figlio, ha cercato di accoltellare la moglie la quale è riuscita a salvarsi.

“Non potete neanche immaginare – ha raccontato la madre di Oleg Drachev alla stampa locale – quanto amasse suo figlio. Ma dopo la diagnosi di cancro, è impazzito”.

All’arrivo delle forze dell’ordine, Drachev ha immediatamente confessato di aver ucciso il figlio “perché nessuno avrebbe potuto prendere il suo posto nel crescere il ragazzo”. Neanche la moglie.

Articoli correlati

Back to top button