Cronaca

Coronavirus, Salvini: “Qualcuno a sinistra gode per i morti in Lombardia”

Matteo Salvini torna a parlare del coronavirus che ha colpito, in particolar modo, la Lombardia. Un intervento forte quello del leader della Lega che non ha perso occasione per attaccare i rivali politici.

Matteo Salvini e il coronavirus

“Mi domando se in Italia occorra sempre che si debba aspettare che ci scappi il morto per intervenire come si sarebbe potuto intervenire il 30 gennaio scorso… Sono stato chiamato persino l’untore… Insultare la Lega e Salvini per il coronavirus è davvero demenziale. C’è qualcuno che gode perché i morti sono in Lombardia… Ma voi non state bene… C’è qualcuno a sinistra, pochi per fortuna, tra i politici e i giornalisti, a godere dei morti… Ma voi davvero non state bene”.

L’appello

“Ora è il momento di stare uniti e sperare. Naturalmente il presidente del Consiglio deve fare il presidente del Consiglio, e il ministro deve fare il ministro… Mi auguro che, arginato il disastro, qualcuno chieda scusa e si dimetta. Non serve chiedere scusa a Salvini, ma ai marchigiani, ai toscani, ai lombardi e ai veneti. A Prato c’è enorme comunità cinese e cittadini sono preoccupati, ma governatore della Toscana, Rossi, ha addirittura accusato di essere fascioleghisti perfino i medici che chiedevano i controlli. Mi auguro che chieda scusa agli italiani e si dimetta”.

 

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali tra cui il quotidiano Metropolis. Redattore per SalernitanaNews, nel tempo libero ama dedicarsi alla buona musica.

Articoli correlati

Back to top button