Cronaca

Saman Abbas, recuperato il corpo: era 3 metri sotto terra | COSA SUCCEDE ADESSO

È stato recuperato il corpo trovato in  un casolare abbandonato nelle campagne di Novellara, a pochi metri dall'abitazione di Saman Abbas

È stato recuperato il corpo trovato in  un casolare abbandonato nelle campagne di Novellara, a pochi metri dall’abitazione di Saman Abbas, la 18enne di origini pachistane scomparsa nella notte tra il 30 aprile e l’1 maggio del 2021. Le operazioni per il recupero sono risultate particolarmente complicate: il corpo era nascosto ad una profondità di 3 metri. Sono pochi i dubbi sull’identità del cadavere: tuttavia l’uso del condizionale è obbligatorio. Solo l’autopsia potrà confermare o meno se quel corpo appartenga a Saman Abbas.

Saman Abbas, recuperato il corpo nel casolare

Le operazioni erano cominciate lo scorso 18 novembre ed hanno richiesto grande attenzione da parte degli inquirenti. Stando a quanto si apprende, il corpo, che sarebbe in uno buono stato di conservazione, non è stato rinvenuto all’interno di un sacco.

Con i resti i carabinieri del Ris hanno anche ritrovato un mozzicone di sigaretta, pezzi di tessuto e due bottiglie: son tutti elementi che andranno sotto la lente d’ingrandimento delle forze dell’ordine e che probabilmente porteranno a nuove indagini per accertare ulteriori responsabilità.


saman abbas resti umani
Il casolare dove sono stati rinvenuti i resti umani

Lo zio ha indicato il luogo

I dubbi sull’identità del cadavere sono pochissimi: infatti è stato lo zio di Saman, Danish Hasnain, accusato di essere l’esecutore materiale del delitto, ad indicare il luogo dove era sepolto il corpo della 18enne. Stando a quanto ricostruito finora, lo zio avrebbe agito con la complicità del cugino Nomanulaq Nomanulaq, forse sotto lo sguardo di Shabbar Abbas, il padre della ragazzina.

Il padre ha ideato il delitto con la madre

Stando alle valutazioni di chi indaga, il padre di Saman sarebbe “solo” il mandante dell’omicidio. L’uomo avrebbe ideato il piano di azione insieme sua moglie Nazia – al momento ancora latitante – per poi armare la mano di Danish.

Il corpo è stato rinvenuto integro

“È emerso un corpo sostanzialmente integro, che si è ben conservato considerata la profondità nella quale è stato interrato per oltre un anno e mezzo. Indossava gli stessi abiti al momento dell’interramento”. Sono le parole di Gaetano Calogero Paci, procuratore capo di Reggio Emilia, che ha parlato stamattina a Rai e Telereggio sul ritrovamento del corpo che si presume appartenere a Saman Abbas, la 18enne pachistana scomparsa dal 30 aprile 2021.

 

Articoli correlati

Back to top button