MusicaTv e Spettacoli

Sanremo 2023, ecco quando si terrà la nuova edizione del Festival della Canzone Italiana

Anche il prossimo anno il Festival verrà condotto da Amadeus

Festival di Sanremo 2023: svelate le date della nuova edizione del Festival della Canzone Italiana, ecco quando si svolgerà. Pubblicato anche il regolamento di Sanremo Giovani: ecco cosa c’è da sapere.

Sanremo 2023, svelate le date: quando si terrà

Ad ufficializzare le date è stato Amadeus, in diretta al Tg1 ieri 2 maggio. “Da oggi – ha ricordato il conduttore e direttore artistico – si alza sipario sulla 73/a edizione del festival, con la pubblicazione del regolamento di Sanremo Giovani: già dal 12 maggio possono arrivare i brani dei ragazzi, c’è tempo fino al 12 ottobre. La sera del 12 dicembre sapremo chi sono i primi tre che, come nell’ultima edizione, saranno ammessi automaticamente in gara tra i Big”.

Sanremo Giovani: come funziona

Dopo l’edizione record 2022 Amadeus ricomincia da Sanremo Giovani confermando la formula sperimentata e vincente dello scorso anno. Come nella passata edizione, infatti, i 3 artisti vincitori della serata finale del ”contest” avranno accesso diretto alla gara dei Campioni del Festival di febbraio 2023. I 12 finalisti di Sanremo Giovani dovranno superare una serie di step prima di approdare – lunedì 12 dicembre – alla serata finale in diretta su Rai1, dal Teatro del Casinò di Sanremo. In una prima fase il Direttore Artistico e la Commissione Musicale da lui presieduta saranno impegnati nell’ascolto di tutti i brani presentati, in regola con i requisiti di partecipazione (tra questi quello di appartenere alla fascia di età 16-29 anni) e nella scelta dei 30 artisti che si esibiranno nelle audizioni finali dal vivo a Roma.

Saranno selezionati poi gli 8 dei 12 finalisti di Sanremo Giovani che con gli altri 4, scelti dalla Commissione musicale tra i vincitori del contest Area Sanremo, andranno a comporre il parterre della finalissima di dicembre 2022. I 3 vincitori, che entreranno nella kermesse di febbraio 2023, dovranno proporre un brano nuovo rispetto a quello con cui si sono esibiti durante Sanremo Giovani. ”L’ascolto dei brani è tra i privilegi più grandi del Direttore Artistico. Sento la responsabilità di incidere sul futuro di tanti ragazzi”, commenta Amadeus. ”Sanremo Giovani è diventato negli anni un appuntamento imprescindibile per i nuovi talenti e lo dimostrano tante carriere vincenti. Un grazie alla Rai che con forza e continuità persegue la promozione dei giovani artisti e della musica italiana”.

Articoli correlati

Back to top button