Santo del giorno

Santo del 28 aprile: oggi si venera San Vitale, lo sposo di Santa Valeria

Condivide questa ricorrenza con quella che la leggenda ci ha tramandato come sua moglie, Santa Valeria. Entrambi vengono ricordati dalla Chiesa il 28 aprile

San Vitale viene ricordato il 28 aprile dalla Chiesa cattolica, che condivide questa ricorrenza con quella che la leggenda ci ha tramandato come sua moglie, Santa Valeria. Entrambi vengono ricordati dalla Chiesa il 28 aprile.

San Vitale era infatti un soldato romano che trovò la morte a Ravenna, e la cui stessa sorte toccò pochi giorni dopo alla moglie Valeria. Dieci anni dopo, anche i figli della coppia, gemelli, morirono da martiri e sono oggi celebrati come i santi Gervasio e Protasio, il 19 giugno.

San Vitale oggi, il Santo del giorno

Il santo di oggi più noto è sicuramente San Vitale per la presenza consolidata di chiese a lui dedicate in tutta Italia – tra cui la magnifica Basilica di San Vitale a Ravenna – ma per il loro legame e la storia del loro martirio, è oggi molto nota anche Santa Valeria.

Su Vitale si hanno notizie antichissime, e il primo a parlarne è Sant’Ambrogio in una sua lettera, in cui racconta di una visione che gli indicò dove trovare la tomba dei Santi martiri Gervasio e Protasio e, una volta raggiunta, all’interno vi trovò un piccolo libro dove veniva raccontata da un certo Filippo servus Christi la storia dei genitori dei santi gemelli.

San Vitale era un soldato consolare di scorta al giudice Paolino durante un viaggio a Ravenna. Nella città vide la condanna di un medico cristiano di nome Ursicino, e lo consolò. Scoperta anche la sua fede cristiana, anche Vitale fu condannato. Morì martire dopo essere stato sepolto vivo.

Poco tempo dopo il martirio toccò anche a sua moglie Valeria, in viaggio a Ravenna per recuperare il corpo del marito, sulla via del ritorno fu aggredita da un gruppo di fuorilegge pagani che la costrinsero a rinnegare il suo credo. Santa Valeria fu così uccisa per aver rifiutato di negare la sua fede.

Anche se non è chiaro il periodo esatto in cui furono uccisi Vitale e Valeria, la storiografia li colloca nella metà del III secolo o all’inizio del IV. La ricorrenza cade nel giorno 28 aprile ed entrambi sono patroni di alcuni comuni: Santa Valeria di Seregno, e San Vitale di molti comuni tra cui Salsomaggiore Terme, San Salvo, Annone Veneto e Archi.

 

Articoli correlati

Back to top button