Santo del giorno

Santo del giorno 5 marzo: oggi si venera Sant’Adriano di Cesarea

La vita del santo è tramandata da diverse fonti agiografiche che lo narrano impegnato a professare la religione cristiana sin dalla giovinezza

Il giorno 5 marzo la Chiesa cattolica commemora la morte di Sant’Adriano di Cesarea, nato ad Adria, nei pressi di Rovigo, e morto in Palestina ai tempi dell’imperatore Diocleziano. La vita del santo è tramandata da diverse fonti agiografiche che lo narrano impegnato a professare la religione cristiana sin dalla giovinezza. La più attendibile tra queste fonti è quella fornita dallo storico Sant’Eusebio di Cesarea.

Sant’Adriano di Cesarea oggi, il Santo del giorno

Subì il martirio con Eubulo l’anno 309, «sesto anno della persecuzione», secondo la testimonianza di Eusebio. Essendo venuti ambedue a Cesarea in Palestina per aiutare i martiri di quella città, i due santi furono scoperti e, per aver confessato la loro fede, furono condannati alle belve il cosidetto “damnatio ad bestias“.


Sant' Adriano di Cesarea


Adriano, dopo essere stato gettato in pasto ad un leone, fu finito con la spada. Nei sinassari greci il giorno 7 o 8 maggio è celebrata la festa dei Santissimi Eubulo e Giuliano.

È protettore dei corrieri, il suo emblema è la palma e non è patrono di alcuna città. Tradizionalmente, si associa la data della sua morte con quella della festa della dea della Fortuna, mentre nel Sinassario storico greco, si rinviene una celebrazione dedicata ai Santi Eubulo e Giuliano il 7 e l’8 maggio.

Martirologio Romano

A Cesarea in Palestina, sant’Adriano, martire, che, durante la persecuzione dell’imperatore Diocleziano, nel giorno in cui gli abitanti erano soliti celebrare la festa della Fortuna, per ordine del governatore Firmiliano, fu per la sua fede in Cristo dapprima fu gettato in pasto a un leone e poi sgozzato con la spada.

Articoli correlati

Back to top button