Meteo

Sarà un’estate 2019 rovente, tra caldo afoso e siccità

Se la Primavera mostrerà il suo lato più dinamico e bizzarro (d’altronde è una stagione di transizione tra quella fredda e quella calda) l’Estate invece promette di far paura per due fattori importanti: il caldo che sarà rovente su 3/4 d’Europa con un alto pericolo di siccità e i fenomeni estremi.

Secondo quanto analizzato e studiato dagli aggiornamenti stagionali confermiamo anche oggi l’arrivo di una stagione estiva molto calda con valori oltre la media di 2-3 gradi (localmente si andrà anche oltre).

Già da fine Maggio con le prime vere rimonte Sub-Tropicali dal Sahara, avremo le avvisaglie di quella che sarà un’estate da ricordare. A Giugno le regioni settentrionali saranno interessate da un lungo periodo siccitoso ma umido con calura tropicale anche di notte (valori elevati di umidità). Al Sud registreremo qualche pioggia in più ma in un contesto comunque umido e caldo (temporali estivi sui monti – grandinate)

A Luglio ed Agosto invece soffriremo. La BOLLA ROVENTE africana si impadronirà senza alcun disturbo di tutto il Mediterraneo con perno proprio sull’Italia. Ciò causerà settimane di caldo senza sosta con disagio per la popolazione (specie bambini e anziani). Le temperature sfioreranno i 40°C al Centro-Nord e punte di 41°C-42°C al Sud peninsulare e Sicilia. Anche di notte le temperature faranno fatica a scendere al di sotto dei 30 gradi centigradi.

I motivi per il quale l’estate 2019 farà paura sono da attribuire al riscaldamento delle acque del Pacifico (El Nino), circolazione su scala europea e linea degli anticicloni africani più a nord del normale.

Oltre al caldo bisognerà stare attenti agli incendi che divamperanno nei nostri boschiper via di lunghi periodi siccitosi su tutta la penisola a luglio ed agosto ma anche ai fenomeni molto intensi che si abbatteranno su tutto lo stivale nel momento in cui transiteranno refoli più freschi dalle nazioni settentrionali.

Articoli correlati

Back to top button