Cronaca

Allarme Scarlattina nel Regno Unito: morti sei bambini

La scarlattina è una malattia esantematica contagiosa, causata dallo Streptococco Beta Emolitico di gruppo A

Sale a sei il bilancio dei bambini morti a causa della Scarlattina nel Regno Unito. I bambini sono deceduti dopo aver contratto un’infezione da streptococco di gruppo A (iGAS), che innesca la scarlattina. Di questi, cinque avevano meno di 10 anni come fatto sapere dall’Agenzia per la sicurezza sanitaria nazionale e riferito dalla BBC.

Scarlattina, 6 bambini morti nel Regno Unito

Tra le vittime c’è anche una ragazza del Galles, mentre non ci sarebbero vittime confermate in Scozia o Irlanda del Nord. Le infezioni da streptococco A sono normalmente lievi, ma in un piccolo numero di casi i pazienti possono ammalarsi gravemente.

Solo un mese fa, è morto Muhammad Ibrahim Ali, bambino di 4 anni di High Wycombe, nel Buckinghamshire. L’infezione ha portato alla morte anche di Hanna Roap, bambina frequentante la scuola elementare.

Cos’è la Scarlattina e come riconoscerla

La scarlattina è una malattia esantematica contagiosa, causata dallo Streptococco Beta Emolitico di gruppo A (SBEGA), un batterio che produce una tossina detta tossina pirogenica. La tossina pirogenica, passa in circolo causando l’esantema e gli altri sintomi della malattia.

La scarlattina si trasmette per via aerea con le goccioline di saliva (tosse, starnuti ecc.) da un bambino malato o portatore (presenza senza sintomi) del germe che è di regola a carico della faringe (faringite streptococcica), molto più raramente della cute (impetigine). Colpisce i bambini dopo il secondo anno di vita. Non compare mai prima del sesto mese di vita ed è molto rara fino ai due anni. È più frequente nei mesi invernali.

I sintomi della Scarlattina

L’incubazione della scarlattina è breve (2-5 giorni). La comparsa è improvvisa con febbre alta spesso accompagnata da brividi, nausea, vomito e mal di testa. Dopo poche ore, compare l’esantema. L’esantema si manifesta inizialmente nella zona dell’inguine e delle ascelle per diffondersi poi rapidamente al tronco, alle braccia e alle gambe.

Al volto, l’arrossamento delle guance contrasta con il relativo pallore del naso e della zona intorno alla bocca. Faringe e tonsille sono spesso fortemente arrossate.  Le linfoghiandole del collo di solito sono tumefatte e dolenti. Dopo 24-48 ore la lingua assume l’aspetto della lingua a lampone: fortemente arrossata con papille gonfie.

L’esantema da scarlattina è caratterizzato dalla comparsa di minuscole macchioline lievemente rilevate, di un colorito rosso acceso, che tendono a confluire tra loro conferendo alla pelle un colorito uniformemente arrossato (rosso vivo). L’esantema dura 3-4 giorni, poi impallidisce, la febbre scompare e subentra una desquamazione della pelle a lamelle, soprattutto ai palmi delle mani e dei piedi, che dura 10-20 giorni.

Articoli correlati

Back to top button