Cronaca

Sedicenne sequestra e picchiata da un coetaneo: liberata da un passante

La ragazza è riuscita a chiedere aiuta sporgendosi dal balcone e attirando le attenzioni di un passante

Una ragazza di sedici anni picchiata, sequestrata e chiusa in un appartamento viene liberata solo quando riesce a sporgersi dal balcone e attirare l’attenzione dei passanti. Succede in Val di Non. Accusato del sequestro un suo coetaneo, che è stato arrestato.

Sedicenne sequestra e picchiata da un coetaneo

La ragazza è riuscita a chiedere aiuto comunicando a gesti e col linguaggio labile. Sul posto sono arrivati i carabinieri e i vigili del fuoco.  All’interno dell’appartamento i carabinieri hanno trovato un altro ragazzino di 16 anni che aveva fatto uso di stupefacenti e che aveva chiuso a chiave in una stanza la ragazza, dopo averla picchiata e averle tolto il telefono cellulare. I motivi di tanta aggressività sono ancora da chiarire.

I reati commessi

Dagli accertamenti è emerso poi che l’appartamento era di proprietà di altre persone e che i due ragazzi erano lì a loro insaputa. Per il ragazzo è scattato un deferimento alla Procura per i minorenni di Trento che ha richiesto e ottenuto la restrizione in un Istituto penale per minori, eseguito all’inizio della settimana scorsa dal Nucleo Radiomobile della Compagnia di Cles. Il sedicenne è stato rintracciato con fatica dai militari perché prima era stato affidato a una comunità, poi a dei parenti ma era riuscito a fuggire e fare perdere le proprie tracce. Le ipotesi di reato a suo carico sono pesanti: sequestro di persona, cessione di stupefacenti, rapina, lesioni e illecita introduzione nell’edificio.

Articoli correlati

Back to top button