Parla una coppia che ha provato i nuovi dispositivi anti abbandono per i seggiolini

seggiolini-anti-abbandono-testimonianza

I nuovi seggiolini anti abbandono non piacciono tanto ai genitori, che avranno fino a marzo pae adeguarsi: ecco la testimonianza di chi li ha provati

La norma sull’utilizzo obbligatorio dei seggiolini anti abbandono è appena entrata i vigore e già i genitori sono al limite della sopportazione. Una coppia ci ha parlato del nuovo dispositivo e ha elencato una serie di limitazioni che non ne rendono facile l’utilizzo.

Seggiolini anti abbandono: la testimonianza di una coppia di genitori

Molti genitori hanno lamentato la mancanza di informazione in merito all’obbligatorietà dei nuovi dispositivi, e questo ha reso necessaria una moratoria sulle multe che, da quando la norma è antrata in vigore, sono fioccate in ogni parte d’Italia. Ma, a quanto pare, qualcuno lo sapeva e ha acquistato il dispositivo: ecco cosa ci hanno detto.

La testimonianza

Per chi è già dotato di un seggiolino, non è necessario acquistare tutto il supporto ex novo, ma basterà solo il dispositivo. I costi variano dai 45 € ai 70 €. Il dispositivo è dotato di sensori che vanno inseriti sotto la seduta del seggiolino, e sono collagati direttamente alla vettura e al cellulare.

Come funzionano

Questi sensori sono collegati al sistema di accensione e spegnimento della vettura, ed emettono un segnale acustico che suona quando l’autoviene spenta. A quel punto arriva un  messaggio sul telefono per ricordare al genitore disattento la presenza del figlio in auto.

Cosa c’è che non va

Sono tante, però, le cose che non vanno. Innanzitutto, nell’eventualità che si sia usciti di casa senza cellulare, per una dimenticanza o per una precisa volontà, il messaggio di avviso non arriva, ovviamente.

Il segnale

Inoltre, chi ha provato il dispositivo, ha parlato di un segnale che, assolutamente, all’esterno della vettura non viene percepito. Qualora ci si ritrovi in una strada trafficata e rumorosa, considerando il livello si insonorizzazione delle vetture di ultima generazione, è altamente probabile che il segnale non venga percepito o, ancora, venga confuso con altri imput sonori derivanti dall’ambiente circosante.

Start and stop

Un’altro deficit del dispositivo sta proprio nel collegamento diretto con il sistema di spegnimento e accensione della macchina. Le vetture degli ultimi anni hanno di serie, o in dotazione, il sistema anti inquinamento start and stop, che fa si che la vettura si spenga e si riaccenda da sola quando si è fermi. A causa del collegamento dei sensori alla vettura, il dispositivo anti abbandono suona ogni volta che l’auto, ad esempio, si ferma ad un semaforo e la vettura si spegne.

L’opinione

Chi l’ha usato fin ora, quindi, non è soddisfatto e, se non fosse obbligatorio per legge, non lo avrebbe mai acquistato.

 

 

TAG