Cronaca

Lecce, sequestrata una tonnellata di marijuana: proviene dall’Albania

Arrestate 5 persone per traffico internazionale di stupefacenti

A Lecce è stata sequestrata una tonnellata di marijuana proveniente dall’Albania. Sono anche state arrestate 5 persone coinvolte nel traffico di stupefacenti. Sarebbero serviti a rifornire la movida pugliese i mille chili di marijuana sequestrati ieri dalla Guardia di finanza a bordo di una barca a vela proveniente dall’Albania.

Lecce, sequestrata una tonnellata di marijuana

Proprio sui legami tra la criminalità albanese e quella italiana si concentrano ora le indagini della Gdf che oggi ha tenuto una conferenza stampa sul sequestro di droga effettuato ieri.

Nell’operazione sono state arrestate cinque persone, tre cittadini albanesi sorpresi a caricare la droga, e due cittadini ucraini che erano a bordo della barca intercettata in mare, al largo del Capo di Leuca (Lecce).

L’operazione

Nella notte tra il 7 e l’8 agosto un mezzo aereo della Guardia di Finanza ha notato tre scafi, a 13 miglia dalle coste albanesi, dai quali venivano trasbordati i panetti di marijuana. Le cinque persone arrestate rispondono di traffico internazionale di stupefacenti.

Secondo quanto emerso in questa prima fase investigativa, non è escluso che la droga sequestrata potesse servire per rifornire le piazze dello spaccio pugliesi, in particolare per la movida nelle località turistiche. Gli approfondimenti proseguiranno anche grazie ai telefoni recuperati sull’imbarcazione.

L’attività delle forze dell’ordine albanesi e italiane (reparto operativo aeronavale di Bari e Gdf di Gallipoli e Lecce) rientra nell’ambito di Frontex.

Articoli correlati

Back to top button