Cronaca

Shanghai, anziano “morto” per Covid mandato in obitorio: è ancora vivo

La casa di cura dove si trovava si è scusata per "l'errore". Adesso l'uomo è stato mandato in ospedale

Shanghai, anziano “morto” per Covid mandato in obitorio: è ancora vivo. A riportare la notizia è il Time. Gli addetti delle pompe funebri sono rimasti sopresi nel notare che l’anziano respirava.

Shanghai, si credeva fosse morto: ma l’anziano è ancora vivo

Un anziano di una casa di riposo della metropoli, positivo al Covid, si credeva fosse deceduto. Così le autorità lo hanno avvolto nel telo per i deceduti ed inviato all’obitorio cittadino. Solo in quel momento gli addetti mortuari, stupiti, si sono resi conto che l’anziano respirava e che era ancora vivo. Si è trattato di un “errore“.

Gestione caotica della pandemia

La casa di cura si è “scusata” per aver etichettato l’anziano “deceduto“. Le autorità adesso stanno indagando e il malcapitato è stato trasportato in ospedale. La città è finita nel centro della polemica per via della gestione definita “caotica“.

Articoli correlati

Back to top button